BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DOVE VA IL PDL(?)/ Meloni: scambio Monti-Formigoni? Solo "diversivo" di Bossi...

Pubblicazione:

Giorgia Meloni, foto Infophoto  Giorgia Meloni, foto Infophoto

Andare cioè al voto?

Continuo a ritenere che un governo tecnico di emergenza debba comportarsi appunto da governo di emergenza, occuparsi cioè della questione più strettamente economica, ma consentire altresì al più presto possibile agli italiani di scegliersi il proprio governo autonomamente.

Torniamo alla situazione interna del Pdl. Il segretario Alfano che spazio reale ha nel partito? Come si sta giocando le sue carte?

Il segretario Alfano sta bene operando e lo vediamo dai segnali che ci sta mandano, come l'apertura dei congressi, la sperimentazione sulle primarie, la dichiarazione dello stesso Alfano che ha ribadito che il prossimo candidato premier verrà scelto attraverso le primarie. Quindi  una serie di aperture alla meritocrazia e al territorio come si chiede da più parti e per lungo tempo in molti dentro al Pdl  abbiamo chiesto. Direi che Alfano incarna molto bene l'idea di un segretario che voglia accelerare la costituzione di questo partito, ma anche la possibilità di ripartire da alcune parole d'ordine che per me rimangono sempre le stesse.

Quali?

Partecipazione e merito. Mi sembra che il segretario Alfano sia sulla stessa lunghezza d'onda e su questa lunghezza d'onda mi pare si stia muovendo.

Un giudizio dunque positivo.

Politicamente la sua capacità di gestire una situazione complessa che non ha precedenti nella storia d'Italia ritengo sia assolutamente da riconoscere e da sostenere. Ci auguriamo che vada avanti sempre di più in questo senso, guardando avanti senza farsi ingessare e rinunciare alla sua principale dote che è quella di un uomo che viene dalla base, dal radicamento sul territorio. E' proprio di questo che oggi c'è bisogno perché la politica possa recuperare credibilità.

Berlusconi cosa fa? Qualcuno dice che stia sparendo dalla scena.

Non scherziamo: una persona che è stata al centro della scena politica per vent'anni non si può certo aspettare che sparisca così da un giorno all'altro. Berlusconi continua a fare il punto di riferimento di una realtà che ha costruito e che ha avuto in lui un importante leader in tutti questi anni: le due cose non si escludono, il fatto cioè che Alfano possa far bene il proprio lavoro non significa che Berlusconi debba sparire, anzi.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.