BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DECRETO SEMPLIFICAZIONI/ Tutte le novità approvate dal Governo Monti

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

Le semplificazione per le imprese hanno, per il governo, l’obiettivo di favorire la crescita economica, attraverso agevolazioni per chi intende avviare un’attività imprenditoriale e la del numero di controlli e verifiche per costituire un’impresa. Ecco, sinteticamente, le principali misure riguardanti le imprese

Autotrasportatori - Viene semplificato l’accesso alla professione di autotrasportatore, esentando dall’obbligo dell’esame di idoneità professionale chi ha superato un corso di istruzione secondaria o chi ha diretto in maniera continuativa, per almeno dieci anni, un’impresa del settore.

Circolazione mezzi pesanti - I divieti di circolazione per i mezzi pesanti potranno riguardare, oltre che le giornate festivi, anche ulteriori giorni individuati contemperati con le esigenze di sicurezza e traffico stradale. Inoltre, la taratura del tachigrafo sui veicoli adibiti al trasporto su strada passa da uno a due anni.

Privacy - Sparisce l’obbligo di predisporre e aggiornare il Documento programmatico sulla sicurezza.

Assunzione di lavoratori extracomunitari - Vengono ridotti gli oneri amministrativi connessi alla stipula del contratto di soggiorno per lavoro subordinato per lavoratori stranieri extracomunitari.

Pesca e agricoltura - Diverse semplificazioni fra cui quelle in tema di fascicolo elettronico dell’impresa agricola e delle imprese di pesca e la semplificazione, rilevante anche ai fini della lotta all’illegalità diffusa nel settore. Sono inoltre semplificati gli adempimenti amministrativi necessari per l’esercizio dell’attività di vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli in forma itinerante. In particolare, l’imprenditore agricolo potrà iniziare l’attività contestualmente all’invio della comunicazione.

Adempimenti della Pa - È previsto l’obbligo della trasmissione alla Corte dei Conti delle sentenze che accertano l’inadempimento dell’amministrazione all’obbligo di attuare un determinato provvedimento. All’interno di ogni amministrazione viene inoltre prevista una figura di vertice a cui saranno attribuite funzioni sostitutive per la conclusione dei procedimenti, nel caso di inerzia da parte dell’amministrazione stessa.

Banca dati dei contratti pubblici - Con la nuova normativa, la verifica dei requisiti di ordine generale e speciale richiesti per la partecipazione alle gare di affidamento dei contratti pubblici avverrà attraverso la Banca dati nazionale dei contratti pubblici, istituita presso l’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture. In questo modo saranno fortemente semplificate le procedure di verifica.

Procedure amministrative - Dopo un periodo di sperimentazione volontaria in determinate aree del territorio, le procedure amministrative che oggi fanno capo agli sportelli unici per le attività produttive saranno radicalmente semplificate tramite decreti del governo. Tutti gli adempimenti dovranno dunque essere aboliti oppure unificati in una procedura unica, rapida e soprattutto semplice, facendo ampio ricorso ad una nuova Conferenza di servizi telematica e obbligatoria.

Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza - I controlli della pubblica autorità diventano più efficaci e le procedure meno farraginose. Molti controlli sulle imprese diventano successivi e non preventivi rispetto all’inizio delle attività. Il governo emanerà appositi regolamenti di delegificazione per far sì che tutti i controlli siano ispirati a criteri di semplicità e proporzionalità. Ogni amministrazione sarà obbligata a pubblicare sul proprio sito la lista dei controlli a cui è assoggettata ogni tipologia di impresa.

Autorizzazione unica ambientale per le Pmi - Viene introdotta un’unica autorizzazione in materia ambientale per le Pmi, così da concentrare in un solo titolo abilitativo tutti gli adempimenti.

Panettiere aperti la domenica - Spariscono i vincoli per le chiusure domenicali e festive per le aziende di panificazione.

Segnalazione certificata di inizio attività - Entro fine anno, il Governo individuerà le autorizzazioni da mantenere, le attività sottoposte alla segnalazione certificata di inizio di attività, quelle per cui basta una semplice comunicazione e le attività del tutto libere.

Razionalizzazione dei controlli sulle imprese - Il Governo emanerà appositi regolamenti per avere un coordinamento dei controlli tale da garantire semplicità, efficienza e proporzionalità al rischio.

Cipe - Modalità più snelle per l’adozione delle delibere Cipe in modo da semplificarne il funzionamento e ridurre i tempi di attuazione dei progetti di opere pubbliche.