BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ 1. Folli: a Monti non resta che Berlusconi...

Silvio Berlusconi e Mario Monti (Imagoeconomica)Silvio Berlusconi e Mario Monti (Imagoeconomica)

La verità è che il Pdl sostiene Monti perché non può farne a meno. Non ha strade alternative né altre partite da giocare.
La preoccupazione degli “alleati” in realtà è strumentale. A Bersani, ad esempio, farebbe comodo che il governo Monti cadesse per colpa di Berlusconi. Questo gli risolverebbe parecchi problemi… Al di là di quello che lascia intendere, infatti, soffre molto anche il Partito Democratico.
Chi ne risente di meno è certamente Casini. D’altronde ha meno voti ed è meno toccato dall’austerità e dalle questioni inerenti al mercato del lavoro. Per questo ha più convenienza a passare come la “guardia pretoriana” di Monti. Tutto questo potrà anche sembrare un equilibrio precario, ma può benissimo durare fino alla fine.

Se analizziamo invece le sfide che si trova davanti il governo Monti. Quali saranno le più delicate?

L’attuale governo ha l’esigenza di ottenere risultati importanti su tutti i fronti.
Sulle liberalizzazioni si è capito cosa può fare. Non sarà una rivoluzione, ma non è poi così poco.
Sul mercato del lavoro, invece, ci sono ancora parecchie incognite. Penso però che sia questo il campo in cui è necessario ottenere risultati decisivi.
Bisogna assolutamente scuotere l’albero per guadagnarne in competitività e modernizzazione.

(Carlo Melato)

© Riproduzione Riservata.