BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ 3. Del Debbio: l'asse del Nord è in crisi, il centrodestra è da rottamare

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

Penso di sì, e molto. Lo si vede da una serie di atteggiamenti e di dichiarazioni. Anche questo spiega la sofferenza che esiste all'interno dei due partiti, sia nella Lega Nord che nel Pdl.
Se la Lega riesce a restare un soggetto politico nonostante il logoramento della leadership di Bossi, magari individuando già in Roberto Maroni il suo successore, più complicata mi sembra la situazione del Pdl. Lì ci vuole più coraggio, occorre ripensare una forza politica, rinnovare profondamente. Oggi, è inutile nasconderlo, chi guarda al centrodestra nel suo complesso, al vecchio “asse del Nord” si trova di fronte a un raggruppamento politico che comunica sostanzialmente grande disorientamento.

Lei non ha l'impressione che se il cosiddetto “governo dei tecnici” di Mario Monti termina questa legislatura, va avanti nella sua azione di governo, possa cambiare tutto nella politica italiana, trasformando completamente tutti i partiti sia a destra che a sinistra?

È difficile dirlo adesso. È difficile interpretare il futuro in una situazione come quella che stiamo vivendo, tra disorientamento, incertezza e rapporti che continuano a logorarsi.

(Gianluigi Da Rold)

© Riproduzione Riservata.