BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STIPENDI PARLAMENTARI/ Poletti: politici indifendibili, ma occhio ai capipopolo...

Pubblicazione:sabato 7 gennaio 2012

La Camera dei Deputati (Imagoeconomica) La Camera dei Deputati (Imagoeconomica)

La gente è arrabbiata e inizia ad aver fame. Se non arriva un segnale in breve tempo il Paese esplode, anche perché sui giornali e in televisione non si parla d’altro. Eppure i politici continuano a difendere le proprie rendite di posizione. Sta di fatto che se chiedi a un operaio quanto guadagna ti risponde 1.200 euro, senza specificare che ne spende 600 per recarsi al lavoro o per il pranzo. E lo stesso dovrebbe valere per i deputati e per i senatori.

Ma secondo lei, il fatto di avere una classe politica, da un lato esautorata dal governo tecnico, e dall’altro con una credibilità ai minimi storici non può comportare anche qualche rischio per la nostra democrazia?

Guardi, non è un caso che io abbia smesso di cavalcare l'antipolitica dalla mattina alla sera. A un certo punto mi è venuto il sospetto che dietro questa campagna ci fosse qualcos'altro, anche se la maggior parte delle critiche sono fondate.
Spesso quando qualcuno grida che “fa tutto schifo” si prepara a sostituire un sistema con un altro. E non sempre i cambi di potere sono positivi...

(Carlo Melato)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
07/01/2012 - Una rassegnazione preoccupante (Giuseppe Crippa)

La conclusione dell'intervista di Roberto Poletti mi preoccupa: sembrerebbe rassegnato a questo andazzo per paura di non si sa cosa... E' forse stato minacciato? Dai suoi ex colleghi parlamentari o da chi è interessato a sfruttare questo clima “antipolitico”? Se è a conoscenza di chi è dietro questa insofferenza verso i politici lo dica pure, da buon giornalista quale egli è. Se invece questa insofferenza è estremamente motivata come credo, che cresca pure fino a quando questi politici ne traggano le relative conseguenze.