BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BERLUSCONI/ 2. Buttiglione: se non si candida con il Pdl faremo il Ppe (e il Monti-bis)

Pubblicazione:mercoledì 10 ottobre 2012

Infophoto Infophoto

Una base programmatica non tanto diversa, quando eravamo suoi alleati, l’abbiamo assunta. Ma i conflitti che ha acceso con la magistratura hanno reso impossibile portarla a termine.

Quindi, se rimane, cosa farete?

Non butteremo di certo via quanto fatto finora, al centro; anzi, invitiamo gli amici del Pdl che se la sentano a venire con noi a continuare la costruzione del progetto. La grande occasione sarà Todi 2, dove emergerà un programma con il quale ci confronteremo. Vengano anche quanti del Pdl pensano di potersi a loro volta confrontare.

Il vostro leader sarà Casini?

Se, dopo le elezioni, risulteremo decisivi, chiederemo la grande coalizione e a Monti di governare. Se, invece, non saremo decisivi, il problema del leader non si porrà.

E se il passo indietro di Berlusconi fosse reale, il problema del leader non si porrebbe comunque?

Direi di no. Posto che si possa lavorare alla costruzione di un nuovo soggetto politico, anche in tal caso lavoreremmo nella prospettiva di un governo di coalizione. Benché, infatti, siamo del tutto alternativi a Bersani, sappiamo che con lui è possibile collaborare.

Eventualmente, accettereste un’alleanza con la Lega?

Il problema è della Lega: sono disposti ad assumere l’agenda Monti? Nel caso intendessero capovolgerla, l’alleanza non sarebbe possibile. L’ostacolo non è mai dato dalle persone, ma dalle loro prospettive politiche. Del resto, da questo punto di vista, non abbiamo mai posto il veto neppure a Vendola.

Ma a Berlusconi sì..

A parte il fatto che Berlusconi è decisamente più ingombrante di Vendola, finora ha manifestato la chiara intenzione di sovvertire l’agenda Monti. 

 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.