BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

MANOVRE A DX/ Del Debbio: ecco come ripartire dal '94 (senza Berlusconi)

Foto InfophotoFoto Infophoto

Ha bisogno prima di tutto di interrogarsi se un programma di riforme liberali in Italia ha ancora senso o no. Poi se chi vi appartiene se la sente di portarlo avanti oppure no, questo programma. Se ritengono che questo tipo di programma possa raccogliere consensi, se ritengono cioè che un programma liberale sia in grado di dare vita a un ensemble alla francese o no. Queste sono le domande. Bisogna capire prima di tutto se hanno chiaro un programma liberale e che cosa esso sia. Queste sono le cose su cui interrogarsi, il resto sono discorsi.

 

Dell'appello che Berlusconi ha fatto a moderati e Lega, che ne pensa?

 

La Lega non so che strada voglia intraprendere. Ho visto che Maroni è tornato allo sciopero fiscale, quindi non so quale sia la linea della Lega. Non lo so io, ma mi pare che ad oggi non lo sappiano neanche loro. Per i moderati, bisogna vedere chi risponde, ma qui ci vuole una figura nuova. Se Casini dice di no, non so chi altri possa farlo al momento. 

 

Anche Montezemolo ha fatto capire di volersi ritirare.

 

Stiamo ancora a parlare di Montezemolo? Fa politica come fanno le corna delle chiocciole, va su e giù continuamente.

 

E Monti? A Berlusconi piacerebbe come leader dei moderati.

 

Bisogna capire che programma ha in mente. Da alcuni segnali direi che a Monti non dispiacerebbe. Mi pare che sia un lavoro che tutto sommato non disdegna. 

 

Una luce per il futuro del centrodestra non la vede proprio?

 

Una luce c'è se riprendono un programma forte e liberale per l'Italia. Una luce ci potrà essere se hanno intenzione di fare un discorso chiaro. Se però non trovano un leader, non so proprio dove possano andare.

© Riproduzione Riservata.