BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PDL ROTTAMATO (?)/ Galan: Berlusconi si chiami fuori e crei un nuovo partito

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Assolutamente no. Sono dell'idea che sia necessario sostituire il “vecchio” con qualcosa di migliore, ma francamente al momento non vedo nessuno meglio di Berlusconi. Non è ancora chiaro cosa voglia fare, è vero, ma questo non vuol dire che debba essere lui a far ripartire il Pdl.

Cosa intende?

Proprio perché Berlusconi è il più capace, dovrebbe lasciare questo Pdl e creare qualcosa di nuovo, una nuova squadra da cui rinascere veramente. L'operazione di rinnovamento del partito non è affatto semplice e ovviamente non è possibile pensare che la maggior parte dei protagonisti di oggi decidano tutto a un tratto di dimettersi. Il Pdl è un marchio glorioso che ha vissuto grandi successi ma, se fosse stata un’azienda, davanti a questi risultati si sarebbero dovuti licenziare tutti. Per questo dico che Berlusconi dovrebbe lasciare l'attuale partito agli attuali protagonisti e andare avanti con qualcosa di veramente nuovo.

Quali sono le maggiori cause che hanno causato il tracollo del Pdl?

Questa è una bella domanda che il partito avrebbe dovuto porsi molto tempo fa, quando era il momento opportuno. Non è stato fatto e ci si è continuati a nascondere dietro parziali e deboli soddisfazioni, eppure nel momento della sconfitta nessuno ha capito che era il momento di fermarsi e capirne i motivi. La prima causa è senza dubbio quella di non aver mantenuto le promesse fatte agli elettori, dalla rivoluzione liberale ai ministeri al Nord e così via. Bisogna però riconoscere che il partito ha cominciato a perdere il giorno delle Regionali, dopo il quale ha fatto finta di niente. Per questo credo che solo Berlusconi possa, nel modo che ho descritto, cambiare veramente l’attuale situazione.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.