BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

RISULTATI ELEZIONI SICILIA 2012/ Definitivi, le preferenze dei candidati e i voti delle liste della provincia di Palermo

Si è concluso lo scrutinio delle 1185 sezioni della provincia di Palermo. Analizziamo dunque il risultato ottenuto da ogni singola lista, da ogni candidato e i seggi conquistati

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Si è concluso lo scrutinio delle 1185 sezioni della provincia di Palermo. Analizziamo dunque il risultato ottenuto da ogni singola lista, da ogni candidato e i seggi conquistati.
– Nel partito di Beppe Grillo è Giovanni Cancelleri a raggiungere il maggior numero di preferenze (10553), seguito da Claudia La Rocca (4095) e Salvatore Siragusa (3275). Secondo quanto riporta il sito ufficiale della Regione Sicilia, la lista Movimento 5 Stelle ottiene a Palermo 70.038 preferenze, pari al 15,583% del totale, conquistando dunque 4 seggi.
– Nel Popolo della Libertà ottiene le maggiori preferenze Francesco Cascio (12395), seguito da Francesco Scoma (8559) e Giuseppe Milazzo (5411). Secondo quanto riporta il sito ufficiale della Regione Sicilia, la lista Il Popolo della Libertà Musumeci Presidente ottiene il 13,153% delle preferenze, pari a 59114 voti, conquistando tre seggi, mentre la coalizione ottiene il 26,817% delle preferenze, pari a 120.522 voti.
– Nella lista Cantiere Popolare è Salvatore Cordaro a ottenere le maggiori preferenze (9259), seguito da Roberto Clemente (7267) e Maria Anna Carona (7130). La lista raggiunge in totale il 7,549% delle preferenze, pari a 33.928 voti, ottenendo due seggi, mentre la coalizione ottiene il 26,817% delle preferenze, pari a 120.522 voti.
- All’interno della lista Nello Musumeci Presidente ottiene il maggior numero di voti Salvatore Lo Giudice (8575), seguito da Giuseppe Scrivano (4164) e Bartolomeo Sammartino (3342). La lista ottiene il 5,769% delle preferenze, pari a 25.927 voti, mentre la coalizione Per Musumeci Presidente ottiene il 26,817% delle preferenze, pari a 120.522 voti. La lista conquista un seggio a Palermo.
– All’interno della lista ottiene le maggiori preferenze Giuseppe Aiello (245), seguito da Tommaso Lo Cicero a 132. La lista ottiene in totale lo 0,346% delle preferenze, pari a 1553 voti, non conquistando alcun seggio a Palermo. La coalizione di cui fa parte, Per Musumeci Presidente, ottiene il 26,817% delle preferenze, pari a 120.522 voti.
– Nella lista Partito Democratico Crocetta Presidente ottiene le maggiori preferenze Giuseppe Lupo (8715), seguito da Antonino Cracolici (8429) e Davide Faraone (7064). Secondo quanto riporta il sito ufficiale della Regione Sicilia, la lista ottiene a Palermo 59.492 preferenze, pari al 13,237% del totale, conquistando dunque tre seggi. La coalizione “La rivoluzione è già iniziata” raggiunge quota 27,722% pari a 124.595 voti.
– Nella lista Udc ottiene le maggiori preferenze Antonino Dina (10.229), seguito da Salvatore Lentini (5304) e Tommaso Gargano (5217). Secondo quanto riporta il sito ufficiale della Regione Sicilia, la lista ottiene a Palermo 47085 preferenze, pari al 10,476% del totale, conquistando dunque due seggi. La coalizione “La rivoluzione è già iniziata” raggiunge quota 27,722% pari a 124.595 voti.
– I candidati più votati sono Giovanni Di Giacinto (3148), Antonino Guccione (1594) e Fabio Virdi (1442). Secondo quanto riporta il sito ufficiale della Regione Sicilia, la lista ottiene a Palermo 18.018 preferenze, pari al 4,009% del totale, conquistando dunque un seggio. La coalizione “La rivoluzione è già iniziata” raggiunge quota 27,722% pari a 124.595 voti.
– Nell’Idv il candidato che ottiene le maggiori preferenze è Giuseppe Russo (3271), seguito da Rosario Leone (2578) e Francesco Bondì (2572). La lista ottiene in totale il 5,467% delle preferenze mentre la coalizione a cui è collegata, “Libera Sicilia Claudio Fava Presidente” ottiene 40.062 voti pari all’8,914%.
– Nella lista il candidato che ottiene le maggiori preferenze è Erasmo Palazzotto (2641), seguito da Saverio Cipriano e Daniela Graziano a 1408. La lista ottiene in totale il 3,447% delle preferenze mentre la coalizione a cui è collegata, “Libera Sicilia Claudio Fava Presidente” ottiene 40.062 voti pari all’8,914%.
– Nella lista ottiene le maggiori preferenze Vincenzo Figuccia (7433), seguito da Giovanni Greco (4390) e Antonino Rizzotto (3921). La lista ottiene in totale il 7,242% delle preferenze mentre la coalizione a cui è collegata, “Presidente Miccichè” ottiene 82.197 voti pari al 18,288%. La lista conquista due seggi a Palermo.
- Nella lista ottiene le maggiori preferenze Riccardo Savona (8009), seguito da Edmondo Tamajo (5107). La lista ottiene in totale il 7,452% delle preferenze mentre la coalizione a cui è collegata, “Presidente Miccichè” ottiene 82.197 voti pari al 18,288%. La lista conquista due seggi a Palermo.
- Nella lista ottiene le maggiori preferenze Alessandro Aricò (5990), seguito da Sandro Oliveri (2616). La lista ottiene in totale il 3,543% delle preferenze mentre la coalizione a cui è collegata, “Presidente Miccichè” ottiene 82.197 voti pari al 18,288%. La lista non conquista alcun seggio.
- Nella lista ottiene le maggiori preferenze Salvatore Russo (4), seguito da Michael Malvuccio (3). La lista ottiene in totale lo 0,051% delle preferenze mentre la coalizione a cui è collegata, “Presidente Miccichè” ottiene 82.197 voti pari al 18,288%.
- Nella lista ottiene le maggiori preferenze Giacomo Scalzo (719), seguito da Angelo Guerrera (619). La lista ottiene in totale l’1,241%, pari a 5579 voti e non conquista alcun seggio a Palermo.
- Nella lista ottiene le maggiori preferenze Vincenzo Di Gaetano (530), seguito da Cateno De Luca (299). La lista ottiene in totale lo 0,706%, pari a 3173 voti e non conquista alcun seggio.
- Nella lista ottiene le maggiori preferenze Onofrio Carruba Toscano (409), seguito da Mariano Ferro (333). La lista ottiene in totale lo 0,615%, pari a 2764 voti e non conquista alcun seggio.
- Nella lista ottiene le maggiori preferenze Francesca Conti Mica (87), seguita da Francesco Guadalupi (63). La lista ottiene in totale lo 0,115%, pari a 515 voti e non conquista alcun seggio.