BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AZZERAMENTO PDL/ Mantovano: abbiamo bisogno di un nuovo ’94 (senza Berlusconi)

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Di certo, i festini colpiscono e disgustano per le la forza evocativa della immagini a cui abbiamo assistito. Effettivamente, tuttavia, rappresentano solo una parte del problema. La punta di un iceberg costituito da un ingombrante presenza dello Stato in settori che potrebbero tranquillamente funzionare de sé.

Come andrebbero rinnovati i contenuti programmatici?

Occorre essere il più possibile agganciati alla realtà. Smettendola, anzitutto, di pensare alle scissioni o ai congressi, ma puntando l’attenzione sulle esigenze concrete dei cittadini. Per intenderci, sul fronte del lavoro, è perfettamente inutile continuare con lo stucchevole dibattito sull’Ilva, rispetto alla prevalenza della salute o dell’occupazione: c’è uno stabilimento che sta per chiudere; che si assumano iniziative concrete affinché si esca fuori con il minor danno possibile.

Come andrebbero impostati, invece, i rapporti con l’Europa?

Anche qui occorre essere realistici: Monti sta giocando una partita cruciale che ha per oggetto quanto debba essere limitata la sovranità nazionale dei singoli Stati. Se da un lato ha ottenuto il Fondo salva Stati, dall’altro sta facendo l’impossibile perché l’Italia eviti di farne richiesta; questo, infatti, significherebbe farsi governare completamente da Bruxelles o Francoforte. A fronte di questa situazione, non possiamo cadere  in facili slogan quali l’uscita dall’euro, ma sostenere Monti nel suo impegno.

Il nuovo Pdl potrebbe invocare esplicitamente il Monti bis?

Se nel 2013 ci sarà ancora un debito pubblico così elevato, spread alle stelle e ingenti interessi da pagare sui nostri titoli di Stato, non potremmo di certo dire agli italiani che per un anno e mezzo abbiamo scherzato, invalidando i loro sacrifici. Sarà necessaria, quindi, una prosecuzione sostanziale della politiche dell’attuale governo, modificandone le tante cose sbagliate, quali la vicenda degli esodati. Se sarà Monti o un altro a governare, senza ancora sapere quale sarà la legge elettorale o i partiti che competeranno, non è possibile dirlo.

Mario Mauro pensa che Berlusconi abbia esaurito la sua carica e che se il leader sarà ancora lui il centrodestra è da considerarsi un’esperienza conclusa. E' d'accordo?



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >