BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PRIMARIE SX/ Rondolino: nonostante i "trucchi" dei vecchi Pd, vincerà Renzi

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Parecchio. A parte il fatto che rappresenta una ventata d’aria fresca, la gente si sente più rappresentata da lui che dalla dirigenza anziana.

Sia che vinca, come dice lei, che perda, ma di poco, cosa ne sarà della nomenclatura?

Verosimilmente, la generazione che ha preso in mano le redini della seconda Repubblica, i vari D’Alema, Veltroni, Bindi e via dicendo, potrebbero andare a casa. D’altronde, nel resto del mondo, quando un politico porta a termine il massimo numero di mandati che può assumere, o perde le elezioni, si ritira. In Italia, invece, c’è una generazione che ha concluso il proprio ciclo politico ma non intende fare un passo indietro. Non dimentichiamo, infine, che archiviare la classe dirigente attuale è lo scopo dello stesso Bersani.

Eppure ha solo due anni in meno di D’Alema e quattro in più di Veltroni…

Sì, ma il primo è stato presidente del Consilgio, il secondo è stato sconfitto alle scorse elezioni da Berlusconi. Il ciclo di Bersani, invece, non si è ancora concluso. Si è intestardito sulle primarie, nonostante avrebbe potuto appellarsi allo statuto, impedendo legittimamente a Renzi di candidarsi, perché, una volta legittimato dal popolo, il sinedrio dei sessantenni che lo aveva incoronato alcuni anni fa, non conterà più nulla.

 

(Paolo Nessi)

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.