BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANOVRE A DX/ D'Esposito (Il Fatto Quotidiano): l'annuncio di Berlusconi arriva a tempo scaduto

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Può avere un senso questo appello ma il problema è se i moderati crederanno a questo schieramento. Molti nomi in questo senso io non li vedo: Casini e Berlusconi sono il vecchio, unica chance potrebbe essere Monti però ci sono sondaggi che dicono che aumenta la quota degli italiani insofferenti al governo Monti. Alfano di fatto offre un partito che nei sondaggi è tra il 16, 18% con un partito come l'Udc che è al 5%. Io credo che Montezemolo alla fine abbia deciso di lasciare proprio per l'avversione dimostrata dai sondaggi verso uno schieramento moderato.

 

E il fantasma del '94? Sta in piedi?

 

Non siamo più nel '94 allora era finita un'epoca ed essendo l'Italia un partito dove non si governa senza il benedetto centro c'era la paura di quello che sarebbe arrivato dopo la fine dell'era democristiana e la gente votò Berlusconi. Ma sono passati quasi vent'anni e Berlusconi oggi la gente lo consce. Lui stesso ha chiesto scusa per aver fallito la rivoluzione liberale. E ricordiamoci che oggi ci sono anche i grillino.

 

Berlusconi ha invocato il sostegno anche della Lega.

 

Anche questo è un punto critico del suo discorso. Lo ha fatto capire casini dicendo come faremo a mettere insieme un europeista convinto come Frattini e la Santanchè. La stessa cosa vale per la Lega, si rischia di fare un calderone e il problema è poi governare dopo una eventuale vittoria. E vero che Maroni non è Bossi, ma è anche vero che il peso specifico della Lega è molto calato, oggi è al 5% e non è più centrale al gioco delle alleanze. Il vecchio schema Pdl-Lega è stato archiviato dalla realtà. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.