BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEGGE DI STABILITA'/ Lenzi (Pd): così "salveremo" il non profit da Iva (ed Europa)

Pubblicazione:venerdì 16 novembre 2012

Infophoto Infophoto

Lo Stato a causa della crisi, dei tagli e della sempre maggiore carenza di risorse ha sempre più difficoltà nel far fronte alle esigenze del welfare. Per fortuna, c’è chi, come le cooperative sociali, supplisce in parte a tali difficoltà. Se fossero messe in ginocchio, lo Stato si priverebbe di un prezioso alleato e a dovrebbe espletare i servizi che tali coop garantitiscono, con costi decisamente maggiori. Non dimentichiamo, inoltre, che esse assicurano anche occupazione. Non spostano la produzione all'estero e, oltre a offrire servizi per le famiglie, danno lavoro a moltissime persone, soprattutto donne.

Ci riassume i principali servizi svolti dalle cooperative sociali?

Si occupano, prevalentemente, di sostegno ai disabili, di assistenza domiciliare o di assistenza in strutture protette per gli anziani. 

Come vi muoverete in ambito europeo?

Molti Paesi hanno una disciplina che tutela le cooperative sociali. Non si capisce perché l’Italia debba farne a meno. Mi auguro che la Comunità europea giunga a redigere una normativa comune a tutto il territorio, riconoscendo l’importanza e la specificità del terzo settore.

Per il momento l’emendamento è passato in commissione. Passerà anche in Aula?

Presumibilmente, sì. Le forze politiche lo hanno condiviso trasversalmente, e il governo non ha dato parere positivo. 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.