BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Berlusconi? Ecco cosa sta aspettando...

Pubblicazione:venerdì 16 novembre 2012

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Perché Berlusconi, volente o nolente, continua a rappresentare almeno un 10% di questo Paese ed è ancora in grado di parlare con buona parte dell'elettorato.

Crede che si farà avanti con una sua lista?

Dopo aver assistito all’esito delle primarie, non è affatto da escludere che Berlusconi possa farsi avanti con una sua lista fuori dal Pdl ma comunque alleata con esso. In questo caso ovviamente il Pdl dovrebbe camminare con le proprie gambe sotto la guida di Alfano, ma per ora sono solamente ipotesi.

Cosa può dirci del rapporto tra Alfano e Berlusconi?

Berlusconi rimane in tutti i casi legato al Pdl e soprattutto ad Alfano con cui, al di là delle divergenze che possono esserci, esiste certamente un legame affettivo. Il braccio di ferro tra i due può far gioco a molte persone, come Casini, a Fini e a tutti coloro che hanno interesse a rendere ancora più critica la situazione del Pdl. Non scordiamo però che, nonostante la crisi del partito, questi personaggi non riescono a muoversi in alcun modo: Casini continua a navigare tra il 5 e il 6%, mentre Fini è tra il 2 e il 2,5%. Questo la dice lunga su quelle che possono essere le loro prospettive.

Cosa pensa di queste primarie?

La gente è talmente sfiduciata e delusa che non basteranno le primarie a riaccendere quell’entusiasmo di cui parlavo. Auguro una vittoria ad Alfano per tutto l’impegno che sta dimostrando, ma temo che alla fine saranno solamente delle primarie di apparato. Anche nei momenti di maggiore appeal era difficile vedere la fila ai gazebo per andare a votare, quindi è facile immaginare quanto potrà essere l’affluenza in un momento di così scarso entusiasmo.

Anche all’interno del Pdl cominciano a farsi avanti i “rottamatori” sulla scia di Renzi. Cosa ne pensa?

Nel Pdl molte persone vogliono "rottamare" semplicemente perché di fatto sono stati mollati da Berlusconi. Per questo cercano la sopravvivenza aggrappandosi ad Alfano e sperando di restare a galla, ma queste persone non intendono andare oltre Berlusconi per il bene del Paese o del centrodestra, ma solamente per non restare fuori dal Parlamento.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.