BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PARTITO PIRATA/ Ecco il nostro programma per l’Italia

Pubblicazione:

Una manifestazione del Partito dei pirati  Una manifestazione del Partito dei pirati

Nel Partito è presente un dibattito interno che ricalca quello in atto nella società. La democrazia liquida fa leva proprio sul concetto di intelligenza collettiva: l'aumento della partecipazione è quindi direttamente proporzionale all'evoluzione del dibattito che si arricchisce di nuove prospettive e possibili soluzioni. Ciò che ci accomuna, in questa evoluzione magmatica, sono i principi fondativi del Partito Pirata Italiano: la centralità della persona, della sua dignità, il primato dei suoi diritti rispetto a quelli della ragion di stato, aziende ed altri enti, della sua libertà, che è tale solo se posta in reciproco rispetto con l'intera comunità.

Per stare seccamente all'oggetto della domanda: al momento per quanto concerne eutanasia e vita sentimentale e sessuale, la posizione preponderante nel partito è di considerarle scelte personali e in quanto tali meritevoli di rispetto e riconoscimento, mentre sull'aborto, non essendoci nessun dibattito in corso, è fatto salvo il diritto previsto dalle leggi dello stato italiano.
Nelle elezioni europee del 2009 avete candidato il vostro segretario Alessandro Bottoni come indipendente nella lista di Sinistra e libertà; come mai la scelta di quel partito e non di un altro?
Si tratta di una scelta personale di cui non risponde l'attuale Partito Pirata Italiano che ha forma e sostanza politica completamente differente da quella struttura a cui Lei fa riferimento. Il Partito Pirata italiano al momento, non ha alcuna relazione con altri partiti. In questo momento per noi è prioritario costruire relazioni con cittadini in carne ed ossa, aumentando esponenzialmente la partecipazione democratica.
Cosa ne pensate del fenomeno Beppe Grillo e del movimento 5 stelle?
Non ci riteniamo in contrasto con gli attivisti del Movimento 5 Stelle, che spesso si rivelano persone capaci e volenterose, e anzi ci sono diverse tematiche su cui collaboriamo. Tuttavia abbiamo molte perplessità in merito ai diritti sul Movimento che Beppe Grillo si riserva nel non-statuto, in particolare per quanto riguarda la comunicazione all'esterno e la proprietà del marchio e del nome, che rendono di fatto qualsiasi gruppo locale del M5S, passibile di vedersi privato del nome da un giorno all'altro.
Avete qualche tipo di rapporto con il Movimento cinque stelle? Se sì di che tipo?



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >