BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANOVRE A DX/ Sallusti: Il Pdl si troverà contro una nuova Forza Italia

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Monti non è un nemico di Berlusconi, non lo è mai stato. E’ un uomo che arriva da una cultura liberale e non gli si può di certo imputare quell’antiberlusconismo viscerale e ideologico che ha caratterizzato l’Italia negli ultimi vent’anni. E’ in questo senso che Monti non è affatto nemico di Berlusconi.

 

Quando lo diventa allora?


Lo è quando diventa un paravento per togliere di mezzo Berlusconi e il centrodestra, cioè quando si dice che senza Monti viene giù tutto. Questo non è vero, manca la prova contraria ed è solamente una scusa. Credo allora che, quando Berlusconi attacca Monti, non si rivolge a lui in particolare ma a chi, nascondendosi dietro Monti e anche dentro lo stesso Pdl, sta tentando di togliere dalla scena politica Berlusconi e il berlusconismo.

 

Cicchitto è tornato a commentare la presunta contrapposizione frontale di una parte dei gruppi parlamentari nei confronti di Berlusconi, riportata da Repubblica. Cosa ne pensa?


Non sono i gruppi parlamentari che stanno abbandonando Berlusconi, ma viceversa. Probabilmente questi, sentendosi abbandonati e sapendo che nella migliore delle ipotesi metà dei deputati e senatori resterà a casa, si sono allontanati da Berlusconi, ma è una reazione per certi versi anche logica. Il problema è che ormai è troppo tardi: nella maggior parte dei casi, come ho detto, resteranno fuori. E non credo che questo sia un male assoluto.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.