BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

CAOS PRIMARIE/ Alfano perde l'attimo e regala il Pdl a Casini

Il segretario del Pdl Angelino Alfano (InfoPhoto)Il segretario del Pdl Angelino Alfano (InfoPhoto)

Ora, il 16 dicembre, le primarie del Pdl potranno finalmente dare ad Alfano la legittimazione “dal basso” che gli mancava (sempre che tutto vada bene, non è mai detto), e soprattutto permettergli, se vincerà – assieme al suo fidato pacchetto di mischia, i La Russa, i Lupi, i Fitto – di stabilire la direzione da prendere in vista delle elezioni e della prossima legislatura. 

Ma intanto le strade si sono fatte più strette. Anche ammettendo che il nuovo Pdl riesca a tenere unite le sue litigiose anime (si va dalla destra di Giorgia Meloni ai liberisti-nordisti come Galan e Crosetto), il campo non è più sgombro: è chiaro a tutti che la contesa vera sarà tra un Partito democratico più o meno tinto di rosso, a seconda di come si conteranno i suoi elettori ai gazebo di domenica, e un Grande Centro un po’ caotico, un po’ montiano e un po’ furbetto, ma destinato comunque a occupare la scena moderata molto più di quanto possa ora fare il Pdl. 

Risalire un piano inclinato su cui si è scivolati troppo a lungo costa fatica, si rischia di arrivare con la lingua di fuori. Così che Alfano, ragionevolmente, non potrà che provare a convergere, con il suo riottoso partito, in una direzione obbligata, verso il centro, ma senza speranza di esserne la parte principale. Ieri, Giorgio Napolitano ha fatto intendere che Monti non ha necessità di candidarsi, perché è già senatore a vita, ma nulla gli vieta di “ricevere chiunque, dopo le elezioni, vorrà chiedergli un parere, un contributo o un impegno”.

Qualche settimana fa, forse, era già troppo tardi per invertire l’inclinazione del piano. Ma Angelino Alfano e i suoi avevano ancora la freschezza per farlo. Ora arrivano all’appuntamento col fiato corto e la cravatta allentata. E come ci si presenta a un appuntamento, conta pure quello, se vuoi fare colpo.

 

© Riproduzione Riservata.