BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PRIMARIE PDL/ Bruno (Commissione garanzia): ecco la differenza con quelle del Pd

Pubblicazione:sabato 24 novembre 2012

Infophoto Infophoto

Non si poteva fare altrimenti. In tal caso, dalla proclamazione del candidato premier alle elezioni politiche sarebbero passati non più di 45 giorni. Un margine troppo ristretto per poter presentare le liste.

Quale sarà il ruolo della commissione di cui fa parte?

Controllare la documentazione che sarà prodotta, la regolarità delle candidature e della competizione. I nostri compiti saranno, in ogni caso, definiti nel dettaglio nella riunione di lunedì.

Quali crede che siano le differenze fondamentali con le primarie organizzate dal Pd?

Il Pd ha avuto molto più tempo per prepararle. Il che ha consentito loro di godere maggiormente della luce dei riflettori e delle attenzioni dei media.

Crede che le primarie andrebbero introdotte anche in Lombardia?

Credo che laddove vi siano più persone che decidano di candidarsi, non si possa agire diversamente.

Secondo Berlusconi, si tratterà di un bagno di sangue.

Non credo che si corra questo rischio. Tutti i candidati sono persone rispettabili e presumo che ciascuno abbia un programma da esprimere.

Alfano, infine, ha fatto sapere che se ci saranno degli indagati in lizza, lui stesso si ritirerà dalla competizione. Poi, ha aggiunto: «Decida il comitato dei Garanti». Cosa decidere?

Anche questo non sarà stabilito prima di lunedì. 

 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.