BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAOS PRIMARIE/ Sallusti: Berlusconi si candida e "chiude" il Pdl (e le primarie)

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Più che impensabile credo sia un rischio che resta sul tavolo. Perché nel momento in cui Berlusconi dovesse annunciare fra pochi giorni, come pare di capire, la sua candidatura bisogna vedere cosa succede in quella parte di Pdl che si era spinta molto avanti rispetto a una nuova leadership. Quindi può essere, ma non è che Berlusconi fa una lista. E' qualcun altro che si ispira a lui per tentare l'avventura in solitaria. Poi c'è il discorso di chi terrà il logo Pdl o Forza Italia, ma mi sembra una questione poco interessante. Credo che con fondamenti giuridici il logo Forza Italia appartenga a Berlusconi e quello del Pdl ai vari fondatori, ma sinceramente non è così importante. 

 

Berlusconi ha anche criticato Casini dicendo che manca di parola.

 

Anche su Casini credo abbia ragione e i fatti lo dimostrano. Casini aveva ripetute più volte che se Berlusconi non fosse più stato lui il leader sarebbe tornato a casa nel centro destra volentieri. Berlusconi si è tolto di mezzo, ma Casini ha utilizzato il tempo a disposizione in modo furbesco per cercare alleanze più convenienti flirtando prima con Bersani poi con Montezemolo poi anche con Alfano. Mi sembra più una "escort" della politica che un vero politico. Giustamente Berlusconi prende atto che Casini non è affidabile.

 

Invece dell'appoggio a Maroni quale leader del centro destra in Lombardia che ne pensa? Formigoni non sembra molto contento, difende Albertini.

 

La storia delle elezioni ci dice che quando Pdl e Lega vanno divisi perdono le elezioni. L'asse del nord deve tenere duro è una banalità anche dirlo.  Apprezzo e stimo Albertini ma pensare che una lista civica del nord facciali fare il pieno di voti non è un fatto concreto. Il nord è condannato a riproporre l'asse Lega Pdl. La Lega poi troppo frettolosamente è stata data per morta e invece pare che morta non sia, lo dicono i sondaggi. Offrire  alla Lega la Lombardia in cambio di un atto politico a livello nazionale può non piacere ma è una scelta politica con un suo fondamento.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
25/11/2012 - declino Pdl (illuminati bruno)

uno che sostiene che il declino del Pdl sia dovuto all'assenza di berlusconi vive su Marte. il declino del Pdl è dovuto esattamente a Berlusconi e alla sua ormai comprovata incapacità di tener fede alle promesse di rivoluzione liberale fatte nel 1994. Ma che Berlusconi vada in Kenya e passi una felice vecchiaia, e permetta ai moderati italiani di riorganizzarsi sulle macerie che ha lasciato.

 
25/11/2012 - Allucinante (Luca Rossini)

Mi auguro che Sallusti riesca a evitare il carcere, ma se non avessero già chiuso i manicomi forse sarebbe il caso di pensarci. Ma come si fa a dire che Berlusconi ha ragione a considerare incoerente Casini? Ancora non ha capito che Casini vuole sostenere l'agenda Monti, che Berlusconi critica un giorno sì e l'altro pure? Ma come fa Berlusconi a volersi alleare con la Lega e dare e poi pretendere che Casini - e una fetta del pdl, per esempio Formigoni - lo segua? Se non vuole le primarie perché non si candida? COsa apetta? Forse sta pensando di tornare a Malindi e fondare un movimento Forza Kenya, che qualche voto in più di Sgarbi e della Santanché potrebbe prenderlo? Chi sarà il salvatore del pdl, Samorì? Certo, in un "partito" in cui non si è mai fatto un congresso, fare le primarie sarebbe micidiale...qualcuno potrebbe capire che il pdl è in difficoltà...è frammentato....è vero...quindi discutiamo solo di chi è il simbolo, così nessuno se ne accrge. Ottima idea, io intanto ho votato alle primarie del pd, l'unico partito disponibile sul mercato della politica.