BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAOS PRIMARIE/ Sallusti: Berlusconi si candida e "chiude" il Pdl (e le primarie)

Pubblicazione:domenica 25 novembre 2012

Foto Infophoto Foto Infophoto

Ennesima svolta nel panorama Pdl. Silvio Berlusconi, parlando ieri a Milanello nel corso di una sua visita ai calciatori del Milan, ha lasciato intendere chiaramente che potrebbe ancora candidarsi. Ci sto pensando, ha detto. E non ha mancato poi di lesinare nuove critiche a quello che è oggi il Pdl: senza di lui alla guida ha subito una decadenza di immagini e di risultati. Nuova stoccata dunque al segretario Alfano, il quale ha commentato quasi immediatamente: se Berlusconi si ricandida davvero, inutile fare le primarie. Berlusconi ha poi parlato anche di elezioni regionali in Lombardia, dove, ha detto, vede come unico candidato possibile del centro destra Roberto Maroni. Ilsussidiario.net ha chiesto al direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti la sua opinione su questi nuovi sviluppi: "Direi che Berlusconi ha ragione un po' su tutto, e questa sua ragione è documentata e certificata dai fatti: da quando si è tolto dalla guida del Pdl, questo non ha fatto altro che perdere consensi e farsi trascinare in una diatriba interna anche molto poco appassionante". E a proposito della candidatura di Maroni in Lombardia: "Il nord è condannato a riproporre l'asse Lega-Pdl: divisi, perdono tutti e due le elezioni. Anche questo è un dato di fatto".

 

Direttore, Berlusconi getta di nuovo scompiglio nei piani di Alfano. 

 

Trovo queste nuove dichiarazioni di Berlusconi in linea con le sue ultime dichiarazioni, le trovo parole coerenti. Si tratta poi di una dichiarazione che si basa su dei dati di fatto. Da quando Berlusconi ha fatto il famoso passo a lato, il Pdl non ha fatto altro che perdere consensi e farsi trascinare in una diatriba interna tra l'altro anche molto poco appassionante.

 

Intende elezioni siciliane e primarie?

 

Certo: è un dato di fatto reale certificato dai risultati elettorali e dai sondaggi quanto sostiene Berlusconi. La dichiarazione susseguente fatta da Alfano quando ha detto che se Berlusconi si candida, le primarie non hanno più senso, è invece una speranza a cui anche io mi aggrappo nel senso che negli ultimi giorni è sembrato che il segretario andasse dritto per la sua strada a prescindere da Berlusconi spinto dalla componente degli ex An e di parte di Forza Italia. Adesso Alfano lascia intendere che le divergenze tra i due non siano ancora irrimediabili e questa direi che è una buona notizia.

 

In realtà a leggere bene quello che ha detto Alfano dopo le parole di Berlusconi sembra non sia molto felice di queste parole. Sembra dire che Berlusconi manda in aria il tentativo di rinnovamento del partito.


Non è una novità, Berlusconi non ha mai fatto mistero di considerare le primarie, in questo momento temporale così a ridosso dalla campagna elettorale, una cosa sbagliata. Alfano cercava una legittimazione e anche giustamente dal suo punto di vista attraverso le primarie ma quello che ne è uscito di queste primarie mi sembra un pò un pasticcio.

 

In che senso?

 

Tredici candidati. Poi la questione di chi è indagato, di chi è indagato di più e di chi è indagato di meno, insomma che confusione. Le primarie non sono la soluzione e capisco che Alfano non sia felice di prendere atto che quella strada che lui riteneva di possibile svolta per la sua leadership si stia dimostrando tortuosa anche per errori di valutazione.

 

E' impensabile come era stato suggerito da alcuni una lista indipendente di Berlusconi e una del Pdl che poi ovviamente confluiscano in fase di alleanza?


  PAG. SUCC. >

COMMENTI
25/11/2012 - declino Pdl (illuminati bruno)

uno che sostiene che il declino del Pdl sia dovuto all'assenza di berlusconi vive su Marte. il declino del Pdl è dovuto esattamente a Berlusconi e alla sua ormai comprovata incapacità di tener fede alle promesse di rivoluzione liberale fatte nel 1994. Ma che Berlusconi vada in Kenya e passi una felice vecchiaia, e permetta ai moderati italiani di riorganizzarsi sulle macerie che ha lasciato.

 
25/11/2012 - Allucinante (Luca Rossini)

Mi auguro che Sallusti riesca a evitare il carcere, ma se non avessero già chiuso i manicomi forse sarebbe il caso di pensarci. Ma come si fa a dire che Berlusconi ha ragione a considerare incoerente Casini? Ancora non ha capito che Casini vuole sostenere l'agenda Monti, che Berlusconi critica un giorno sì e l'altro pure? Ma come fa Berlusconi a volersi alleare con la Lega e dare e poi pretendere che Casini - e una fetta del pdl, per esempio Formigoni - lo segua? Se non vuole le primarie perché non si candida? COsa apetta? Forse sta pensando di tornare a Malindi e fondare un movimento Forza Kenya, che qualche voto in più di Sgarbi e della Santanché potrebbe prenderlo? Chi sarà il salvatore del pdl, Samorì? Certo, in un "partito" in cui non si è mai fatto un congresso, fare le primarie sarebbe micidiale...qualcuno potrebbe capire che il pdl è in difficoltà...è frammentato....è vero...quindi discutiamo solo di chi è il simbolo, così nessuno se ne accrge. Ottima idea, io intanto ho votato alle primarie del pd, l'unico partito disponibile sul mercato della politica.