BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

PRIMARIE/ Tra Renzi e Vendola, la spunterà il "centrista" Bersani

Foto InfophotoFoto Infophoto

In Vendola c'è indubbiamente un'ispirazione ingraiana. Ma occorre anche dire che rispetto alla discontinuità verso l'”agenda Monti”, con le critiche al “governo dei tecnici”, Vendola è apparso anche un po' come il riscopritore della vecchia politica di programmazione economica, un Riccardo Lombardi un po' più a sinistra che contesta l'ineluttabilità del mercato, le regole assolute del mercato. Tutto questo ha aiutato a fare delle “primarie” un dibattito reale, con liti vere. E in questo io ci trovo l'aspetto più positivo. E' come riscoprire una contrapposizioni e una dialettica politica, anche dura, che in precedenza era stata completamente dimenticata.

 

In questo senso il peso della vecchia Margherita sembra marginale.

 

Mi sembra proprio che sia marginale. Del resto è stato, come dicevo prima, Matteo Renzi a rottamare quello che era il suo partito di provenienza.

 

La mobilitazione di queste primarie può avere anche un ruolo sulla politica italiana nel suo complesso?

 

Qui la situazione è più complicata. Difficile fare previsioni per le elezioni e il dopo elezioni. Non siamo affatto in una situazione semplice.

 

(Gianluigi Da Rold)

© Riproduzione Riservata.