BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IMU/ Toccafondi (Pdl): c'è qualcuno nel governo che vuole "uccidere" il non profit

InfoPhoto InfoPhoto

Era giusto modificare la legge sulle esenzioni Imu perché negli anni qualcuno se ne è ingiustamente approfittato, ma era altrettanto giusto difendere con le unghie e con i denti una particolarità di cui il nostro Paese deve andare fiero anche in Europa. Nessuno può venirci a dire che in nome della libera concorrenza dei mercati l'Italia non può "aiutare" chi svolge attività non profit perché questo potrebbe danneggiare chi fa profit. Vorrei un Europa che ci richiamasse a dare maggiori possibilità al non profit e a chi si muove per rispondere ai bisogni. Vorrei un'Italia che battesse i pugni in Europa affinché la nostra storia, di cui io vado fiero, venisse rispettata.  

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
26/11/2012 - Questo è il risultato di un calcolo mal fatto? (Carlo Cerofolini)

Analisi e argomentazione ineccepibili, solo che non posso non ricordare che questo “sobrio” ed equo (sic) governo degli ottimati non eletti, oltre ad avere molti ministri cattolici osservanti e attenti agli ultimi, è stato considerato come salvifico e necessario proprio da buona parte del mondo cattolico. Inoltre vorrei evidenziare come dopo il primo convegno di Todi, almeno avallato, se ben ricordo, dalla Cei, presenti tra l’altro – se non erro – Bonanni, Riccardi (ora Ministro) e Ornaghi (ora Ministro), contribuì a minare ulteriormente il governo Berlusconi, democraticamente eletto, proprio in virtù della dichiarazione di Bonanni che disse (cito a memoria) che il governo Berlusconi era inadatto e che se ne doveva andare. Ciò detto mi chiedo e chiedo se questo penalizzante pasticciaccio dell’Imu su scuole paritarie non statali e Onlus - molte delle quali fanno riferimento proprio al mondo cattolico - sia il risultato di un calcolo improvvido e mal fatto a monte proprio da chi ora viene direttamente penalizzato e, giustamente, si lamenta?