BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FRANCO BATTIATO/ E' il nuovo assessore ai beni culturali, la nomina di Crocetta. Rinuncerà allo stipendio

Il cantautore e musicista Franco Battiato ha accettato la nomina ad assessore ai beni culturali della regione Sicilia, richiesta che gli aveva fatto Rosario Crocetta

Foto Infophoto Foto Infophoto

Franco Battiato è il nuovo assessore ai beni culturali della regione Sicilia. La richiesta gli era giunta dal nuovo presidente eletto alle recenti elezioni, Rosario Crocetta. E Battiato ha accettato senza esitazioni. Ha però messo in chiaro che la sua intenzione è quella di continuare a fare il suo lavoro, il musicista, e di rinunciare anche allo stipendio. Il suo programma, ha detto, sarà quello di cercare di portare la Sicilia nel mondo. Battiato ha tenuto stamane una conferenza stampa per comunicare la sua decisione di accettare la proposta: accetto volentieri, ha detto. Questo, ha detto ancora, è il momento di impegnarsi per la sua terra, la Sicilia. Ha però voluto precisare che ritiene la definizione assessore una parola offensiva: chiamatemi Franco, ha detto. "Io però non posso e non voglio cambiare mestiere. Non faccio politica e non voglio avere a che fare con politici e ho chiesto a Crocetta la libertà di organizzare eventi che mettano in contatto la Sicilia con il resto del mondo" ha detto ancora. Ha poi detto di voler rinunciare allo stipendio, una decisione che viene già commentata con pro e contro su tutta la Rete. Per Crocetta, che aveva detto subito di voler costituire una giunta di esperti della società civile e non di politici un gran bel punto messo a segno. Ed è ovviamente felicissimo che Battiato abbia accettato: "Questa Regione si riprenderà, ma per fare questo i siciliani devono trovare il coraggio la forza e l'impegno come sta facendo in questo momento Battiato, che sta mettendo tutto l’amore che ha per la sua terra" ha detto al proposito. Adesso si vedrà se i neo presidente riuscirà a centrare anche i suoi altri obbiettivi. Tra questi, c'era la richiesta alla moglie  del procuratore nazionale Antimafia, Piero Grasso, Mariella Fedele, che però ha già detto di no per motivi personali. Crocetta ha poi contattato il professor Alfredo Galetta per offrire anche a lui un posto da assessore, il quale sembra che abbia risposto in modo favorevole alla richiesta.