BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ Buttafuoco: ma quali ex An e scissioni, la destra non esiste più

InfoPhoto InfoPhoto

Da quando ancora al suo interno di parlava di un papa straniero, le è bastato rimanere ferma, e attendere lo fascio dell’avversario; e ora si sta prendendo tutto. Non è un caso che non si parla d’altro che di primarie. Sono i protagonisti assoluti. E, in questo, il centrodestra ha cercato pateticamente di imitarla.

Perché, in ogni caso, i vari Gasparri, La Russa, & co. non potrebbero fondare un nuovo partito? O aggregarsi con Storace?

Perché Storace ha già detto che non li vuole.

E il nuovo partito?

Si può mettere in scena una delle più belle tragedie del repertorio classico greco, o una di Shakespeare, magari disponendo perfino di un’ottima compagna. Resta il fatto che non c’è il pubblico.

Immagino che parli degli elettori…

Già. Il centrodestra ha avuto in mano l’Italia. E, benché la colpa non si possa certo attribuire ai poveri Gasparri e La Russa, non è stato in grado di governare. Mentre gli italiani, ben lungi dall’aver scelto il Pdl perché la maggioranza di essi si dice liberale, volevano solo una cosa: che governasse, appunto. Invece, il governo del centrodestra ha rappresentato il più fragoroso e ridicolo dei fallimenti politici. Gli italiani, dopo aver preso atto di questo, come potrebbero rivolerli? 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.