BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI 2013/ L'esperto: Monti al 20%, ma decidono Veneto, Sicilia, Lombardia

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

Non direi proprio. Un tempo si poteva parlare di “partito Fiat”, magari delle scelte di Mediobanca. Ma in questo caso mi viene in mente un termine usato da Giuseppe De Rita: “spappolamento”. Provi a farsi una domanda su quali sono ormai le istituzioni credibili in Italia. Si può parlare della Banca d'Italia, della Corte costituzionale. Ma tutto il resto è stato veramente fagocitato dalla politica, da una cattiva politica. In tutti questi anni non si è vista una personalità veramente indipendente, un gruppo. che potesse indicare strade differenti, che potesse fornire indicazioni nel vero interesse del Paese.
Questo ci espone anche ai poteri esteri?
Ma sopratutto per colpa nostra.
Che cosa paga l'Italia rispetto ad altri Paesi dopo questi anni?
Io pensavo che si arrivasse veramente al bipolarismo. Noi stiamo invece vivendo il fallimento del rinnovo istituzionale. Bisognava riguardare l'architettura istituzionale dello Stato e questo è un appuntamento mancato.
A suo parere occorrerebbe rivitalizzare i partiti?
Non credo che sia questa la strada. Occorre trovare nuove forme di partecipazione pubblica, occorre trovare canali paralleli a quelli dei partiti. Si può osservare che sviluppando l'associazionismo, a qualsiasi livello, lei trova subito una maggiore partecipazione alla vita pubblica. Quelli che partecipano a questa vita sociale sono poi quelli che più si interessano, che
vanno a votare.

(Gianluigi Da Rold)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
13/12/2012 - Monti non rappresenta un potere FORTE? (Rodolfo Spezia)

Monti non è un"POTERE FORTE"? Rappresenta gli interessi dell'Europa,di Goldman Sachs,e di tanti altri personaggi di cui anche sul Sussidiario si possono leggere le interviste. Rappresenta la Trilaterale,il Bilderberg,è probabilmente massone.Non basta? Come dimostrato dai"mercati" le sue dimissioni non hanno innescato nessun cataclisma,anzi! Con Monti al governo la depressione è garantita. E che protegga le banche,innanzi tutto,lo si vede dalla persona che ha messo a capo del Ministero dello Sviluppo Economico:un banchiere. Un governo veramente "tecnico" avrebbe scelto un imprenditore di quelli tosti,invece... Ma la malafede regna sovrana.Mi consolo leggendo gli articoli concreti di M.Bottarelli.