BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PRIMARIE DELLE IDEE/ Crosetto: sostenere i "tecnici" tradisce lo spirito del Pdl e di Forza Italia

Infophoto Infophoto

Gli interventi hanno spaziato dall’ambiente alla politica estera, dall’evasione fiscale alla sicurezza. In particolare, si è ribadito che, in Europa, non pensiamo ad un percorso esterno al Ppe; tuttavia, crediamo che non possiamo farne parte con un atteggiamento di assoluta subalternità. Né, tantomeno, si può accettare che leader europei, per quanto autorevoli, dettino la linea ai partiti italiani che si richiamano all’esperienza popolare.

E le candidature impresentabili?

Si è trattato di una piccola parte di un discorso molto ampio. In ogni caso, sotto questo profilo, non si è certo trattato di una novità. Da tempo, infatti, affermiamo che di un partito che candida Scajola e Dell’Utri non ne possono far parte Crosetto e la Meloni.

Ora, cosa vi aspettate dal Pdl?

Che, intanto, inauguri un dibattito sui contenuti di cui abbiamo discusso, e ci dia delle risposte. E che non faccia la scelta più utile o più comoda, ma, semplicemente, quella giusta.

Se le risposte non saranno soddisfacenti, cosa accadrà?

C’è chi sceglierà di tornare ad occuparsi d’altro, e chi continuerà a portare avanti queste idee in un altro partito o in un nuovo soggetto politico. Le soluzioni in campo sono le più svariate. Di sicuro, la Meloni, intende seguire la strada della creazione di un nuovo organismo.

Lei, invece, cosa farà?

Potrei tornare ad occuparmi d’altro.

Non resterebbe nell’eventuale nuovo partito della Meloni?

Non escludo l’ipotesi. Certo, mi piacerebbe combattere. Tuttavia, si può farlo anche senza essere candidati. Anzi, magari, persino con maggiore autorevolezza. 

 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.