BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 2. Panebianco: l'aut aut a Berlusconi deciderà il futuro di Monti

Pubblicazione:mercoledì 19 dicembre 2012

Il premier Mario Monti (InfoPhoto) Il premier Mario Monti (InfoPhoto)

Non mi pare. Non ci sono grandi margini di manovra.

E al centro?

Il Pdl è un esercito alla sbando, e sarebbe sufficiente un cenno di Monti per convincere metà del partito a seguirlo. L’aut aut a Berlusconi potrebbe essere imposto anche da questa posizione.

Non crede che potrebbe provocare smottamenti anche nel Pd?

Non direi. Il partito di Bersani è in odore di vittoria a difficilmente si scende dalla barca che ha buone chance di vincere la regata.

Eppure, ci sono una serie di personaggi, tra gli ex popolari e i rutelliani, che sembrano intenzionati a seguire Monti ovunque vada.

Alcuni, come Fioroni, sembra che saranno ricandidati. Al limite, quindi, potrebbe produrre qualche defezione tra i rutelliani. Niente che, elettoralmente, abbia particolare incidenza.

Dicono, in ogni caso, che il centro capeggiato eventualmente da Monti potrebbe, quantomeno, impedire al Pd di ottenere la maggioranza in Senato. A quel punto, Bersani sarebbe costretto ad un accordo. E, con ogni probabilità, dovrebbe cedere il passo al professore della Bocconi, contro il quale, sul piano della premiership, non potrebbe di certo mettersi a competere. 

Questi sono bizantinismi di cui, sicuramente, a Roma stanno tenendo conto. Sta di fatto che toccherà, anzitutto, agli elettori esprimersi.

Crede che l’accordo con Bersani (presidenza della Repubblica in cambio della rinuncia alla candidatura a premier) sia definitivamente saltato?

Per quanto mi riguarda, questo accordo è derubricabile a gossip politico. Quel che importa è la scelta definitiva di Monti.

Eppure, Bersani lo ha incontrato per un’ora. Al termine del colloquio è apparso visibilmente seccato.

Ovvio, aveva la vittoria a portata di mano e, adesso, trovandosi un ostacolo di questo genere, è comprensibilmente infastidito. 

 

(Paolo Nessi)




© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.