BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ Del Debbio: si torna a Forza Italia e An, l'esperienza del Pdl è fallita

Infophoto Infophoto

C’è da sempre, specialmente a livello locale.

Massimo Corsaro, considerato molto vicino a La Russa, ha detto che la tentazione da parte degli ex An di lasciare il Pdl e fare un nuovo partito c’è. E’ verosimile?

Direi di sì. Dice una cosa che pensano in molti. C’è volontà di tornare a prima del Pdl. Con due soggetti distinti che, magari, dialogano e si presentano insieme in coalizione.

Una separazione consensuale, piuttosto che un divorzio?

Più che altro, una semplice valutazione del fallimento di un’operazione politica, e dell’incompatibilità di due soggetti.  

Come valuta la candidatura della Meloni, ritenuta la più agguerrita?

Mi pare chiaro che potrebbe prendere i voti, oltre che devi giovani, proprio degli ex An; il che denota una linea tutt’altro che unitaria. Si tratta, però, di una dinamica comune a tutti i partiti. Si creeranno, semplicemente, delle correnti.

Nel frattempo, sembra che Berlusconi, quando ormai l’accordo tra le forze politiche per la riforma delle legge elettorale era pressoché raggiunto, abbia posto il suo veto; e che preferisca tenersi il porcellum, per poter scegliere che candidare

Francamente, penso che, invece che discutere di legge elettorale, il Pdl si ponga il problema di cosa dire al Paese in occasione delle prossime elezioni. La discussione sulla legge elettorale è del tutto secondaria. Agli elettori del Porcellum non importa nulla. Non c’è prospettiva di uscita dalla crisi, la disoccupazione coinvolge 8 milioni di famiglie, in molti non riescono ad arrivare a fine mese: hanno bisogno, più che altro, di qualcuno che gli spieghi come affrontare questi problemi. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.