BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DISCORSO MONTI/ Pasquino: l'ex premier sarà il futuro super ministro di Bersani

Pubblicazione:lunedì 24 dicembre 2012

Pier Luigi Bersani (InfoPhoto) Pier Luigi Bersani (InfoPhoto)

Ma Monti si potrebbe accontentare di un ruolo così, cioè di ministro dell'economia e basta?



Potrebbe, soprattutto se il ministero significa la delega ad attuare tutta una serie di provvedimenti economici e a sorvegliare quelli già attuati.  Si potrebbe benissimo adattare a tutto questo visto che il super ministero dell'economia è una carica che credo in un governo ad esempio guidato da Bersani è certo primaria. Teniamo infatti conto che Bersani inevitabilmente deve tenere i rapporti con l'Europa perché un conto è parlare con i capi dei partiti socialisti europei un conto è parlare con i capi di governo e non so nemmeno se Bersani sa parlare in inglese. Questi vogliono qualcuno che li riassicuri. Noi pensiamo sempre a Francia e Germania, ma i veri critici dell'Italia sono in Svezia, Finlandia, Danimarca e Olanda. Anche con loro bisogna parlare.

 

Dalle sue parole sembra di capire che il vincitore delle prossime elezioni sarà sicuramente Bersani. 

 

Non esiste alcun dubbio al proposito, fermo restando che come ben si sa un conto è vincere le elezioni, dipende poi con quanti voti, e un conto è governare. Perché nel momento in cui si pensa di governare con Vendola o con magari - e mi auguro proprio di no - con uno come Ingroia, significa condannare l'Italia a un altro anno e mezzo turbolento trovandosi poi in gravi difficoltà.

 

Andare cioè al voto nuovamente dopo pochi mesi.

 

O trovarsi con un altro governo tecnico costretto a riprendere il cammino questa volta però con una situazione più delicata di quella in cui Monti lo lascerà. Molto di questo dipende anche da chi sarà il capo dello Stato se avrà cioè la stessa autorevolezza e la stessa fantasia che ha avuto Napolitano. 

 

Monti potrebbe essere la persona giusta.

 

Penso che Monti ne avrebbe le capacità e anche la cattiveria come ha dimostrato nella conferenza stampa, una cattiveria totalmente giustificata e anche efficace. Anche perché mi permetto di dubitare che i nomi che sento circolare attualmente abbiano le stesse capacità di Napolitano, capacità che sono possedute da pochissimi o forse da nessuno. Nel momento in cui sento che Vendola candida Prodi capisco che siamo oramai giunti a livelli incomprensibili, anzi comprensibili. Senza contare che Prodi in confronto a Monti ha zero credibilità europea. 

 

In che senso?


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >