BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

IL CASO/ Cossiga: ma quale congiura, fu Berlusconi a "staccare la spina"

Silvio Berlusconi e Angelino Alfano ai tempi della crisi di governo (InfoPhoto)Silvio Berlusconi e Angelino Alfano ai tempi della crisi di governo (InfoPhoto)

In pratica, allora, ha ammesso che Fini è un personaggio talmente illustre e potente da essere in grado di modificare le sorti di un intero Paese.

In ogni caso, cosa ne pensa dell’ipotesi di istituire una commissione d’inchiesta?

Non troverei insensata un’analisi storica sulle vicende e sulle ragioni che hanno condotto l’Italia, in un anno, a sospendere, di fatto, la democrazia. Ma una commissione d’inchiesta, francamente, mi sembra una cosa ridicola.

Concretamente, però, si potrebbe fare?

Guardi, si sono istituire commissioni d’inchiesta praticamente su tutto. Ne era stata realizzata una anche in merito al ritrovamento di un armadio che conteneva dei faldoni relativi a dei crimini nazisti. Si pensava che fossimo in presenza dell’occultamento di fascicoli riguardanti gravissimi fatti criminosi commessi dai nazifascisti, nel corso della seconda guerra mondiale. Si scoprì che si trattò semplicemente di un errore fatto durante un trasloco. L’armadio era rimasto per anni con le ante rivolte verso il muro, Non c’era stato nessuno occultamento. Con questo intendo dire che si istituiranno ancora innumerevoli commissioni. E che, tecnicamente e in linea teorica e possibile che venga istituita anche quella richiesta da Berlusconi. Anche se, concretamente, le probabilità sono pressoché inesistenti.

Una commissione del genere che potere avrebbe?  

Praticamente nessuno. Si tratterebbe di una commissione realizzata attraverso un atto interno di una della due Camere, il cui effetto si limiterebbe ad un atto non vincolante e consultivo. Le uniche commissioni che, invece, dispongono di un potere effettivo sono quelle istituite per legge, le bicamerali. Queste possono, ad esempio, attraverso la magistratura, acquisire atti o convocare persone.

Alla fine, secondo lei da cosa dipendono le affermazioni di Berlusconi?

In questi mesi, ha vissuto molto male una scelta coraggiosa, e le sue valutazioni sono cambiate; ora, semplicemente, intende porre una nuova luce su tutto quello che il Pdl ha fatto nell’ultimo anno. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.