BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ Mauro (Pdl): Alfano meglio di Berlusconi, non facciamo come il Pd con Bersani

InfophotoInfophoto

Non necessariamente. La Lega, come condizione necessaria per l’alleanza, ha chiesto al Pdl di staccare la spina al governo Monti, fin dal primo giorno del suo insediamento.

Nel frattempo, tuttavia, è subentrata la vicenda lombarda. Se il Pdl concedesse la Lombardia a Maroni, il Carroccio accetterebbe l’alleanza alle politiche?

La caduta del governo resta la condizione prevalente. Oltretutto, nel momento in cui il Pdl concedesse la Lombardia alla Lega, il Pdl si spaccherebbe. Il nostro candidato già c’è, si chiama Albertini e sta facendo campagna in Lombardia.

L’ipotesi di scissione degli ex An resta verosimile?

E’ un tema che non mi appassiona. Abbiamo fatto il Pdl; per me, quindi, non esistono “ex”.

E la lista personale di Berlusconi?

La riterrei un tragico errore. Come tutto ciò che aumenta la frammentazione del Pdl. Per evitarla e per assumere una prospettiva vittoriosa, non dobbiamo compiere gli errori della sinistra.

Che errori?

Non ha saputo riformarsi, tant’è vero che il candidato premier della coalizione sarà Bersani.

Voi, invece, cosa dovreste fare per riformarvi?

Candidare una persona in grado di destinarci alla vittoria.

Non crede che il rinnovamento dovrebbe prodursi anche sul fronte dei contenuti programmatici?

Il contenuto di riforme del Pdl non è sbagliato. Semplicemente, dovrebbe essere applicato. E, declinato secondo le necessità dell’attuale fase storica ed economica. Il nostro problema, quindi, consiste nel dar vita ad una forma di aggregazione ove non prevalgano i personalismi, ma in cui si persegua l’obiettivo di realizzare le intuizioni riformiste.

 

(Paolo Nessi)

 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
04/12/2012 - Leader Alfano e ci si muova! (claudia mazzola)

Intanto che i gentili signori perdono tempo con le primarie, qui nel bresciano una fabbrica tessile lascia a casa 70 dipendenti. Si salvi chi può, perchè loro non ci salvano.