BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CRISI DI GOVERNO/ Pombeni: il "contentino" del Pdl a Berlusconi diventa un regalo per il Pd

foto Infophoto foto Infophoto

Certo che no, perchè risolverebbe moltissimi problemi, in primis quello delle alleanze. Basterebbe quella con Sel per portare a casa la maggioranza e sgombrerebbe il campo di possibili unioni con l'Udc di Casini, da sempre in conflitto con il partito di Vendola. Dall'altro lato, si libererebbe della questione sulle candidature: se non c'è il “porcellum” con le sue liste bloccate, diventa molto più complicato spostare i maggiorenti da una parte e, dall'altra, favorire la formazione di uomini dell'apparato.

Come pensa che reagirà l'esecutivo nelle prossime ore?

E' difficile dirlo, perchè il Governo Monti non ha una forza autonoma. Gli unici argomenti che può mettere sul piatto della bilancia sono le reazioni negative della borsa e lo spread che in questa cornice sale vertiginosamente. In più, farà leva sulla sua insostituibilità oggettiva che è data del fatto che occorre far passare la Legge di Stabilità, cosa che farebbe comodo a tutti e senza la quale, sarebbe un vero e proprio disastro economico.

Pier Luigi Bersani si appella al Capo dello Stato e dice: “Se il Pdl insiste, Napolitano troverà la strada”. Come?

Ormai stanno bruciando tutti gli strumenti che il Presidente della Repubblica ha a disposizione, che già non sono molti. Potrebbe tentare di resistere il più possibile a rimandare alle Camere il Governo Monti, se dovesse essere battuto. Questo per sottolineare le responsabilità di chi ha forzato la mano e provocato l'ennesima caduta di Governo. Ma più di questo, davvero, non ho idea di cosa possa fare.

In questo scenario, se il Pd potrebbe non essere in disaccordo con il Pdl sul “porcellum” che peso, invece, potrebbero avere gli altri partiti?