BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Chi sacrificherà Bersani per "salvare" Renzi?

Pubblicazione:giovedì 6 dicembre 2012

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Penso che sarà rafforzato il gruppo che fa riferimento a Enrico Letta, quello che ha accompagnato la linea e la partita di Bersani. Mentre sarà ridotto il gruppo che fa riferimento a Dario Franceschini, anche se quest'ultimo ha una grande capacità manovriera in questo genere di equilibri da formare.

Esiste un altro problema, inerente la linea politica e la formazione di un eventuale futuro governo. Il problema lo pone direttamente l'autorevole Financial Times: “Il primo compito da chiarire è se il suo governo seguirà il percorso tracciato da Monti”. Sinora “Bersani ha ringraziato Monti per il suo lavoro, ma è stato meno chiaro nell'appoggiare la sua agenda”.

Credo che Bersani continuerà a ringraziare Monti per il lavoro fatto, ma non potrà seguire ancora la sua agenda. In fondo questo è il motivo per cui è tramontata l'ipotesi di un “Monti bis”. E' del resto evidente che ci sia un ripensamento generale della linea di austerità in varie parti d'Europa. E in quanto a equità, giustizia sociale, pressione fiscale, meccanismi per promuovere la crescita, sono necessari degli interventi. Bersani correggerà quello che è possibile correggere, tenendo presente i conti, cercando di tenerli in ordine.

Qui c'è un sentiero stretto nella politica delle alleanze. Non è chiaro che tipo di keynesismo abbia in mente Nichi Vendola ed è difficilmente percorribile la strada tracciata dai centristi di stretta fedeltà all'agenda Monti.

Qui c'è il nodo della questione di Bersani, la sua sfida in caso dovesse andare a Palazzo Chigi. Ha la necessità di realizzare un programma di stampo socialdemocratico e dovrà avere capacità di convinzione nei confronti dei possibili alleati di governo e di supporters in campo europeo contro la linea della pura austerità.

 

(Gianluigi Da Rold)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.