BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Pigi Battista: la candidatura di Berlusconi è il funerale di tutto il centrodestra

Pubblicazione:

Silvio Berlusconi (InfoPhoto)  Silvio Berlusconi (InfoPhoto)

Temo per il centrodestra che Berlusconi possa presentarsi come candidato, perdere rovinosamente le elezioni, arrivando al 13-14%, e portare quindi i suoi fedelissimi in Parlamento. Quando invece avrebbe dovuto fare tutt’altro.  

Vale a dire?

Tentare di ridare un volto al centrodestra, anche se sconfitto alle elezioni, ma in questo modo offrire un senso di prospettiva e di rilancio nonostante l’esito delle urne. Proseguendo sull’attuale strada, invece, assistiamo solamente all’ultimo atto della dimostrazione che non esiste un gruppo dirigente che possa prescindere dalla volontà del “padrone”.

Quale sarebbe stata una strategia possibile per tentare di salvare il salvabile?

L’unica mossa sensata, almeno per mantenere un po’ di dignità, sarebbe stata quella delle primarie. In questo modo sarebbe stato possibile dare l’idea di un Pdl capace, anche senza Berlusconi, di andare avanti sulle sue gambe. Berlusconi ha invece deciso di trascinare tutto con sé e nessuno ha ovviamente la forza di opporsi.

Se il centrodestra è davvero finito, cosa crede potrà rinascere dalla sue ceneri?

Questo è davvero difficile saperlo adesso. Nelle forme con cui lo conosciamo è assolutamente impossibile che possa rinascere alcunché, fatta eccezione per un frammento minoritario che però non avrà niente a che vedere con la realtà che siamo abituati a conoscere. Qualcosa rinascerà, questo è indubbio, ma sono convinto che un azzeramento dell’attuale formula politica del centrodestra risulterà inevitabile.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.