BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

J'ACCUSE/ Pecorella: sulla responsabilità civile dei magistrati la sinistra getta la maschera

Immagine d'archivio (Imagoeconomica)Immagine d'archivio (Imagoeconomica)

Evidentemente no, o meglio, lo era quando il Cavaliere era al governo. In quella fase c’era infatti chi auspicava di scardinare il premier non in sede politica, ma in sede giudiziaria.
Oggi si nota però che l’atteggiamento protezionista del Partito Democratico nei confronti della magistratura è molto più profondo. Non è un caso che chi nel partito si occupa del tema è quasi sempre un magistrato, come la capogruppo del Pd al Senato, Anna Finocchiaro.

In questi giorni però un giornale come L’Unità sta portando avanti una campagna di riabilitazione nei confronti dell’ex governatore dell’Abruzzo, Ottaviano Del Turco. E, a partire dal quel caso, una figura come Luciano Violante ha fatto delle aperture importanti proprio sul tema della responsabilità civile dei magistrati.

Sul rapporto tra politica e giustizia non credo che Violante esprima ancora lo spirito dei vecchi Ds. Ha fatto grandi passi avanti verso una visione liberale dello Stato e della magistratura.
Ma probabilmente la sinistra italiana ha dimenticato anche alcune grandi figure del Partito Comunista italiano come Malagugini e Chiaromonte…

(Carlo Melato)

© Riproduzione Riservata.