BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Folli: il dialogo Pd-Pdl ha prodotto più articoli che risultati...

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine d'archivio (Imagoeconomica)  Immagine d'archivio (Imagoeconomica)

Direi di sì. Il Pd è molto più a rischio logoramento del Pdl, e non solo per questo motivo. Poi c’è il Terzo Polo, in una situazione per certi versi paradossale: da un lato auspica sempre che i grandi partiti inizino a dialogare, quando però questo si realizza va in sofferenza, come se perdesse la sua funzione.
Infine la Lega Nord. Per il momento sta tenendo una linea oltranzista che dubito possa mantenere anche dopo le amministrative.

Un appuntamento che imporrà ai partiti di sciogliere qualche nodo?

È senza dubbio un tornante importante. Nella Lega comunque non vedo all’orizzonte scenari apocalittici. Più ci si avvicinerà alle elezioni e più sarà interesse del Carroccio trovare un compromesso con i suoi ex alleati.  
Per quanto riguarda il Pdl c’è poi chi ha letto l’intraprendenza di Berlusconi come un tentativo di limitare Alfano. A mio avviso però il Cavaliere vuole rimanere sulla scena, ma non da candidato, da regista e il segretario del partito resta il suo proconsole. Non vedo cambi di cavallo in vista…
 
Prima accennava alle sofferenze del Partito Democratico.  

A mio parere dipenderanno principalmente dalla trattativa sul lavoro. D’Alema ha dichiarato che i democratici non creeranno problemi al governo anche se non venisse raggiunto un accordo con i sindacati.
La cosa è credibile, ma il Pd non potrà non mettere in conto dei contraccolpi significativi all’interno del suo mondo...

(Carlo Melato)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
09/02/2012 - Parlamento incapace (Giovanni Menegatti)

Tutti i rappresentanti eletti dai partiti in questo Parlamento,hanno rappresentato solo se stessi e i loro interessi. Di tutti questi bisogna diffondere i loro nomi e le loro foto e fare in modo che ogni cittadino possa chiedere a ognuno di loro cosa ha fatto e quanto tempo ha dedicato per fare il bene del paese. Io credo che se sono sinceri la maggior parte del loro tempo lo hanno dedicato a seguire il proprio orticello politico, introducendo leggine dedicate a mantenersi il proprio consenso e far aumentare la spesa pubblica inutile. Il dialogo tra i due partiti maggiori è anche questo finto condizionato da questa fortunosa per noi emergenza, ma non approfittano per fare quelle riforme che tutti dicono di volere (diminuzione dei parlamentari,le funzioni delle camere,riduzione dei costi del parlamento,riforma della giustizia)