BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

POLILLO/ La nuova gaffe del sottosegretario: "Diceva Pereira" vola su Twitter

Il sottosegretario all'economia Polillo famoso per le sue dichiarazioni spesso causa di polemiche, ne ha detta un'altra, sbagliando il titolo del libro dello scomparso Antonio Tabucchi

Foto Infophoto Foto Infophoto

Gianfranco Polillo e la nuova gaffe del sottosegretario all'economia. Nuova perché secondo alcuni maliziosi il sottosegretario all'economia del governo Monti avrebbe il record nazionale delle gaffe. L'ultima della serie ha come protagonista Antonio Tabucchi il famoso scrittore italiano deceduto proprio ieri a Lisbona, città dove risiedeva per parte dell'anno. Polillo voleva citare il titolo del libro più conosciuto dello scrittore scomparso, "Sostiene Pereira" e ha invece detto "Diceva Pereira". Una gaffe non particolarmente grave anche se su Twitter oggi tutti prendono di mira il povero Polillo. I post su questa gaffe qualcuno li ha addirittura intitolati "Sostiene Polillo". In realtà questo succede perché sempre secondo alcuni il sottosegretario avrebbe una sorta di abbonamento all'errore verbale. Tempo fa parlando di riforma delle pensioni infatti se ne uscì con un "le povere banche danneggiate dai conti correnti dei pensionati". In realtà non aveva detto proprio così, aveva espresso l'opinione che l'idea di riservare i conti correnti gratuiti a certe categorie come i pensionati avrebbe costituito un danno economico alle banche. Di fatto, quelle di Polillo più che gaffe sono opinioni in termini di economia ma anche politica. Un'altra volta infatti si è lasciato andare a questo parere pubblico durante il programma La zanzara: "Nel '94 "Berlusconi ha organizzato il fronte moderato e si può dire che ha salvato la democrazia in Italia. Mi auguro possa fare il presidente della Repubblica, perché? no? Io lo stimo, al Paese ha dato tanto". Tra l'altro Polillo viene anche accusato di avere il record delle presenze in televisione, come ha detto una volta Il Messaggero in un suo articolo. "Parla e straparla di tutto, dal nucleare ai conti corrente, dalla storia italiana tra Prima e Seconda Repubblica ai futuri scenari che riguardano il Quirinale": oibò. Un'altra sua dichiarazione impietosa, questa volta per la collega Elsa Fornero dopo le famose lacrime in conferenza stampa: "Un politico con un minimo di esperienza non avrebbe mai fatto l’icona della fontana che piange". Ovviamente Elsa Fornero ci rimase molto male e lui per scusarsi le mandò un mazzo di fiori. Lei rispose che l'incidente era chiuso, anche se confidò che Polillo era stato un po' maschilista e villano. Nato nel 1994, Gianfraco Polillo è economista e giornalista, nonché vice segretario del Partito repubblicano italiano.