BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FABRIZIO FERRANDELLI/ Cetto Laqualunque? Il candidato sindaco di Palermo

Fabrizio Ferrandelli, vincitore a sorpresa alle primarie del centrosinistra per il candidato sindaco di Palermo, viene accostato a Cetto Laqualunque per la bizzarra somiglianza fisica

Foto Infophoto Foto Infophoto

Ferrandelli-Laqualunque? Il nuovissimo candidato sindaco di Palermo vittima della Rete. Fabrizio Ferrandelli, come già successo nel corso di altre primarie del Pd in diverse importanti città italiane, ad esempio Genova, ha messo in crisi il Partito democratico, andando a vincere a sorpresa contro il candidato che sembrava super favorito nonché appoggiato dal segretario Pd Bersani, Rita Borsellino. Con la sua vittoria ha provocato un altro duro scossone al partito: immediate poi sono scoppiate le polemiche, si è parlato di brogli e chiesto la riconta delle schede. Suscita forte dibattito infatti nel partito il fatto che a vincere le primarie sono i candidati non indicati ufficiosamente dal partito stesso, ma degli outsider, coem se la base avesse voltato le spalle ai dirigenti. Ferrandelli rappresenta il nuovo: gode dell'appoggio dei giovani, è ben visto anche nelle caotiche e disastrate periferie del capoluogo siciliano, è deciso quando parla di combattere la mafia, con lui si sono schierate una quarantina di associazioni di volontariato. Tutto questo però sembra non bastare a fargli evitare gli sfottò della Rete. Da subito infatti sono apparse su vari siti foto del giovane candidato sindaco affiancate a quelle del  noto Cetto Laqualunque, il personaggio fittizio inventato dall'attore Albanese. In primis naturalmente Facebook che tramite il gruippo "Qualunquemente, le migliori frasi" ha messo su un fotomontaggio dove i due personaggi sono messi vicini e dove si sottolinea la somiglianza. Il personaggio di Cetto Laqualunque ovviamente si ispirava a certi personaggi del Pdl se non proprio a Berlusconi, mentre Ferrandelli è sul lato opposto, quello del centrosinistra, ma questo non gli evita le battute. La somiglianza fisica è infatti alquanto evidente. Chissà come l'ha presa il candidato sindaco. Certo in queste ore ha cose più importanti a cui pensare, ad esempio respingere gli attacchi di chi lo accusa di aver imbrogliato nelle votazioni per le primarie. Cosa che lui ha commentato così: "Ben vengano i conteggi delle schede che non potranno certo cambiare il risultato che è stato determinato soprattutto dalle borgate e dai quartieri popolari di Palermo". Nato a Palermo nel 1980, Ferrandelli è laureato in lettere moderne.