BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 2. Bossi, Monti e Boni affondano la Lega?

Pubblicazione:

Umberto Bossi (Infophoto)  Umberto Bossi (Infophoto)

Dove si dice chiaro e tondo, tra l’altro, che “è onesto e doveroso tirare un bilancio”; che molti amministratori locali e militanti chiedono “una rivoluzione culturale e una svolta che sia anche linguistica, poiché le parole decidono il modo di essere del nostro mondo”; e che “slogan che andavano bene nella fase giovanile della Lega oggi risuonano stucchevoli e datati”. E si condannano senza mezzi termini, bollandoli come ridicoli, “gli improperi maleducati di alcuni nostri parlamentari, le rivendicazioni neo-nazionalistiche in chiave piccina, le affermazioni xenofobe”.

Si condividano o no le sue idee, la Lega è stata uno dei pochi fattori di novità della stantìa politica italiana, e ne ha condizionato l’agenda. Ma perché ha trasmesso a una parte rilevante dell’elettorato la speranza che fosse capace di modernizzare il Paese attraverso riforme strategiche. Non trattandolo come un’osteria in cui tra un improperio, un insulto e una gradassata, alla fine sul tavolo resta solo un bicchiere vuoto. E un conto comunque da pagare.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.