BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Tra veti incrociati e pantano ideologico, dov'è finita la "fase due"?

Pubblicazione:domenica 1 aprile 2012

Angela Merkel, Nicolas Sarkozy e Mario Monti (InfoPhoto) Angela Merkel, Nicolas Sarkozy e Mario Monti (InfoPhoto)

Beh, in questo momento, pur precisando quel dato sul fallimento delle imprese nel 2011, con relativa nascita di un numero maggiore di altre imprese, non si vede nulla di nuovo all'orizzonte. E la situazione è problematica. Non enfatizzerei i casi di cronaca che si sono verificati, pur con tutto il rispetto e la dovuta attenzione che si deve a queste persone. E' l'impressione di fondo che lascia perplessi. Alla fine, questo governo ha recuperato una buona credibilità internazionale. E va bene. Ma si sono fermati lì, per il resto la situazione non è mutata. In più, sulle discussioni che stanno emergendo in questi giorni, la sensazione è che il governo non solo sia bloccato, ma vada a infilarsi, soprattutto sulla vicenda del mercato del lavoro e dell'articolo 18, in una specie di pantomima ideologica.

Sta emergendo anche un problema di liquidità, cioè di credit crunch. Le banche sono state finanziate dalla Banca centrale europea, ma di denaro nell'economia reale, di finanziamenti alle imprese ne arriva poco.

Difficile documentare, nei particolari, questo fatto che,  indubbiamente, esiste. E' possibile che vi concorrano una serie di fattori. Che le banche, cioè, abbiano lasciato il denaro alla Bce per rifinanziarsi, che siano preoccupate dai parametri di Basilea 3 e dell'Eba. Va tenuto presente che, ormai, le nostre due banche maggiori, per i valori della capitalizzazione che hanno oggi, rischiano di essere oggetto di un'opa da parte di investitori esteri.

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
01/04/2012 - la classe media (francesco scifo)

Nell'epoca del tardo impero romano la tassazione era elevata esattamente come oggi e, nei documenti dell'epoca, risulta che gli evasori fiscali erano sottoposti a pene severissime con la confisca dei beni, la polizia fiscale potenziata con l'uso delle legioni: hanno eliminato l'evasione? NO, le tasse ed i controlli suddetti ci hanno aperto la strada verso la decadenza dello Stato e l'alto medioevo. Ebbene questo Primo Ministro italiano, la Confindustria, le Banche, la parte della classe media che ancora lo sostengono sono come quel boscaiolo che taglia il ramo sul quale è seduto. La tassazione che questo esecutivo ci propina e che ci elargirà ancora nei prossimi mesi, otterrà un risultato sicuro completare la distruzione massiva del suo unico sostegno elettorale: la classe media. Cadrà il ramo ma anche chi ci è seduto sopra.