BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL PALAZZO/ Monti-partiti, sulla (vera) pace pesano due incognite

Immagine d'archivio (Infophoto) Immagine d'archivio (Infophoto)

Insomma, quella che si apre domani per il presidente del Consiglio non potrà essere definita una settimana "di passione", data Pasqua, ma certo non sarà di relax. Le tensioni accumulatesi nei giorni del tour asiatico necessitano chiarimenti seri e veritieri che consentano una navigazione meno burrascosa nei mesi che precedono l’importante turno elettorale delle amministrative di maggio (unico test elettorale significativo, per tutti i partiti politici, dall’anno scorso e, a meno di improvvide elezioni politiche anticipate, fino al 2103) e che porteranno poi, se il governo superasse il decisivo "turning point" dell’approvazione della riforma del mercato del lavoro (ddl che partirà dal Senato) e del ddl anti-corruzione (alla Camera) alla – agognata – pausa estiva. Sempre che, prima, non scoppino nel Paese, cosa che pure molti pensano, tensioni e scontri sociali. 

© Riproduzione Riservata.