BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 2. E se la sorpresa di Berlusconi fosse Montezemolo?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Berlusconi e Montezemolo (Infophoto)  Berlusconi e Montezemolo (Infophoto)

In teoria dovrebbe essere il Pdl di Silvio Berlusconi, ma le cose non sono affatto semplici. Anzi sono molto complicate. Per l’immediato non è possibile la riedizione di un’alleanza tra Lega e Berlusconi, il vecchio "asse del Nord". E  poi, al momento, il Cavaliere segue altre piste, altre sponde per prepararsi alla scadenza elettorale.

Quali sono secondo lei “piste” che segue Berlusconi?

Io credo che ragioni su un punto: la mancanza di una sponda al centro, quello che le forniva un tempo l’Udc. Ma oggi i rapporti più incancreniti sono proprio tra Berlusconi e Casini. Credo che ci siano stati tanti pontieri che hanno provato a trovare una soluzione, ma Casini non ne ha mai voluto sapere e Berlusconi deve aver abbandonato questa strada.

Questo spiegherebbe sia l’iniziativa di un partito rinnovato, con un altro nome, avanzata da Pier Ferdinando Casini, ma spiegherebbe anche le manovre che si vedono nel “corpo disperso” della vecchia Dc, come ad esempio lo strappo di Pisanu, i movimenti di altri superstiti democristiani.

Sì, tutto questo è un riflesso della battaglia per la conquista del centro, per avere una sponda solida al centro. Mentre tramonta Gianfranco Fini con il suo “Terzo polo” e mentre si annuncia da parte di Angelino Alfano  un fatto politico clamoroso per il dopo-elezioni amministrative. Staremo a vedere.

C’è un altro fatto che appare chiaramente. La corsa di tutti i partiti ad accaparrarsi l’area dei tecnici di Monti?

È vero, questo lo fanno un po’ tutti. Non sto parlando del professore, dell’attuale presidente del Consiglio, ma di diversi uomini della sua squadra. C’è quasi una corsa a coinvolgerli in progetti futuri di partito. Lo fa Casini, ma lo fa anche Berlusconi e  non si tira indietro neppure la sinistra.

Non sappiamo quale sarà la sorpresa “clamorosa” che Alfano ha in mente per il dopo amministrative. Ma a suo parere, cercando di trovare una sponda al centro, Berlusconi dove andrà a parare?

Non so quale sia la sorpresa, ma certo Berlusconi non manca di fantasia e ha l’abitudine di uscire dalle situazioni più ingarbugliate sempre in piedi. Io vedo un asse che si sta formando in controluce ed è quello tra Silvio Berlusconi e Luca Cordero di Montezemolo.
Ne ho sentito parlare, ho visto alcuni atteggiamenti e intravedo novità tra il vecchio Pdl, che dovrebbe cambiare nome, e l’involucro politico di Montezemolo “Italia futura”. A mio parere la sponda al centro che Berlusconi ricerca sta proprio in Montezemolo. C’è solo da aspettare e da vedere.

(Gianluigi Da Rold)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.