BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IMU/ Fontana (Lega Nord): dai leghisti a Pisapia, tutti contro una tassa ingiusta

Attilio Fontana e Roberto Maroni (Infophoto) Attilio Fontana e Roberto Maroni (Infophoto)

Come Anci abbiamo provato a contrastare l’Imu in tutti i modi, anche se l’interlocuzione del governo è stata molto modesta. La pazienza dei sindaci, a mio avviso, è stata anche eccessiva, ma a questo punto ciascuno di noi ha capito che non si può andare avanti così. Ecco perché, anche su mia sollecitazione, il consiglio nazionale ha deciso di organizzare una grande manifestazione di protesta il 24 maggio a Venezia. 

Lei inviterebbe quindi i suoi colleghi sindaci a disobbedire, come propone Maroni?


A mio avviso, in questa situazione di esasperazione, i sindaci devono accettare qualunque proposta possa impedire questa deriva. Ognuno poi deciderà autonomamente, ma non credo che esistano alternative. 

Anche Giuliano Pisapia è stato molto critico nei confronti di questa tassa. Potrebbe realizzarsi un asse inedito tra la Lega e il sindaco di Milano?

Al di là del colore politico, tutti i sindaci coscienti e per bene, sono sulla stessa barca e condividono le stesse preoccupazioni. Per questo dico che le parole di Pisapia mi hanno fatto davvero piacere.

Da ultimo, una domanda sulla Lega. L’iniziativa presa da Maroni secondo lei è davvero sufficiente per rilanciare il Carroccio? 


Il movimento era tramortito da quello che stava emergendo, ma è bastato un briciolo di chiarimento e il coraggio di Roberto Maroni per rimetterlo in pista. I leghisti hanno capito che possono continuare ad avere fiducia nella Lega Nord. 

Le pulizie quindi sono finite?

Assolutamente no. Stiamo ricostruendo con meticolosità tutto ciò che è successo. Laddove dovessero emergere, sia grazie alle indagini interne che a quelle della magistratura, comportamenti illegittimi, illeciti o moralmente riprovevoli, prenderemo nuove decisioni. Non possiamo permetterci di avere degli elementi al nostro interno che non mettono al primo posto il bene del movimento e quello dei cittadini. Chi non ha questi ideali è meglio che se ne vada…

(Carlo Melato) 

© Riproduzione Riservata.