BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIMISSIONI BOSSI/ 2. Tra familismo e successione, i nodi irrisolti di una crisi profonda

Pubblicazione:

Umberto Bossi e il figlio Renzo (Infophoto)  Umberto Bossi e il figlio Renzo (Infophoto)

E poi il vero capolavoro politico del Senatur è stato federare insieme le litigiose leghe del nord di metà anni Ottanta, mettendo insieme lombardi, veneti e piemontesi da cui nacque la Lega Nord, fondamentale per trasformare la ridotta pedemontana post Dc nella grande Padania. 

Dopo di lui che succederà? Terrà l’alleanza o i "lighisti" veneti andranno per conto loro? E le frizioni sempre domate varesini-bergamaschi? E i piemontesi che faranno? Dunque Bossi prende cappello, al di là di tutto un atto di generosità verso la sua Lega, dopo aver preferito i figli negli ultimi anni e averli fatti scendere in politica, errore impersonabile. Ma non è detto che basti. Dopo le dimissioni dell’amico Silvio, la Seconda Repubblica è finita per tutti…



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
06/04/2012 - Cicli e ricicli storici (Vulzio Abramo Prati)

Il fatto che far entrare i figli in politica fosse un errore era chiaro a tutti vent'anni fa, quando il figlio del politico si chiamava Bobo e certi striscioni leghisti in piazza della Scala lo ricordavano ironicamente. Peccato aver pensato che fosse diverso per i figli propri che, in certi casi, non brillano certo per competenza!