BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

RETROSCENA LEGA/ Bossi, il "ricatto" del figlio, e il silenzio-assenso di Maroni & co.

Foto InfophotoFoto Infophoto

Puoi pensare a tutto, certo è che quando è venuto fuori il caso della Tanzania è venuta fuori dall'interno del partito. L'esposto alla procura di Milano è stato fatto da un iscritto alla Lega. Ci sono poi i tre parlamentari della Lega che hanno firmato qualcosa, quindi qualcuno ha armato la loro mano. Ma mi meraviglio che uno che fino a cinque mesi fa è stato ministro dell'interno e che aveva in mano molti strumenti non avesse mai avuto sentore di nulla.

Tutti sapevano, ma nessuno diceva niente?

C'è un duplice problema tra l'altro. Si è cominciato dicendo che i fondi spesi male erano quelli del finanziamento pubblico. Adesso siamo invece passati a un altro piano: che i fondi spesi male erano anche fondi neri che quindi arrivano da truffe fatte in modi inquietanti. Oggi è venuta fuori la storia di Finmeccanica dove c'era uno messo dalla Lega, Orsi, e quindi magari anche Finmeccanica faceva elargizioni in nero. La cosa si sta allargando in modo molto grave.

Del coinvolgimento dei figli di Bossi che ne pensa?

Anche qui c'è gente che adesso come  Zaia se ne esce fuori dicendo che i figli non devono fare politica. Ma dove era Zaia quando si è cominciato a parlare del figlio di Bossi? Il figlio di Bossi esordisce pubblicamente a Lugano dalla finestra di casa Cattaneo, dove Bossi e Tremonti si affacciavano insieme.  Tremonti scompare da quella finestra dove ci teneva a farsi fotografare con Bossi e appare il Trota. Qualcuno nella Lega allora lo ha visto crescere a poco a poco.

Hanno colpe significative, i figli del Senatùr?

Bossi è stato fregato in questa vicenda dal figlio del primo matrimonio. Probabilmente ha cominciato a dire: perché devo lavorare, io faccio di mestiere il figlio di Bossi. Sua madre, la prima moglie, soffiava sul fuoco perché quando si sono separati Bossi ha pagato gli alimenti per questo figlio, Riccardo, per anni. Quando era in coma l'assegno si è interrotto, quando ha ripreso a pagare è arrivata la moglie a chiedere gli arretrati e lo ha anche rimproverato dicendogli che faceva far carriera agli altri figli e del primo si era dimenticato. Allora il partito ha cominciato a mantenerlo. Ha finito per spendere migliaia di euro per Riccardo, per gli altri figli invece, per mantenerli senza fare niente, si è invece scelta la scorciatoia della politica.  

Bossi appare davvero all'oscuro di tutto questo?