BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MOLISE/ Tar: annullate le elezioni regionali del 2011, si vota di nuovo

Pubblicazione:giovedì 17 maggio 2012

Michele Iorio, Foto Infophoto Michele Iorio, Foto Infophoto

Molise, annullate le elezioni regionali tenute nell'ottobre 2011. Elezioni che avevano confermato a presidente della regione il leader della coalizione di centrodestra Michele Iorio. E' stato il Tar a disporre l'annullamento del risultato elettorale per "vizi formali nella presentazione delle liste". Critiche al centrodestra arrivano da entrambe le parti. Per il centrosinistra necessario tornare subito al voto augurandosi che Iorio confermi quanto detto in consiglio regionale e cioè che eviterà il ricorso al consiglio di Stato. Per Francesco Storace della Destra, "Il Pdl ha cercato irresponsabilmente la sconfitta giudiziaria in Molise, illudendosi dell'autosufficienza politica. Iorio faccia un bagno di umiltà". Era stato proprio il centrosinistra a fare ricorso al Tar che lo ha accolto. La notizia dell'annullamento del voto è stata data durante una seduta del consiglio regionale: il candidato del centrosinistra a presidente del Molise, Paolo Frattura, è scoppiato in lacrime durante la notizia che il voto andava ripetuto. Nel frattempo l'avvocato del presidente eletto Michele Iorio ha fatto sapere che ha intenzione di presentare ricorso al consiglio di Stato. Il centrosinistra ha lamentato il fatto che la maggior parte delle firme usate per presentare la lista del centrodestra fossero false. Alle lezioni dell'ottobre 2011 Michele Iorio ottenne il 46,94% delle preferenze contro il 46,15% del rivale del centrosinistra. Michele Iorio è al suo terzo mandato consecutivo come presidente del Molise: è stato infatti eletto per la prima volta nel 2001, confermato nel 2006 e quindi rieletto a ottobre 2011. Aderente alla Democrazia Cristiana sin dalla metà degli anni settanta, in seguito allo scioglimento del partito aderisce al Partito popolare. Candidato alla camera dei deputati per il centro sinistra, la sua candidatura viene esclusa per un vizio di forma e quindi Iorio passa a Forza Italia. Nel 2001 viene eletto deputato oltre che presidente di regione mantenendo il doppio incarico fino al 2003 quando il suo posto alla Camera dei deputati gli viene tolto proprio per incompatibilità con quello di presidente di regione. 


  PAG. SUCC. >