BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEGA NORD/ Umberto Bossi in lacrime: pensa al ritiro. Le indiscrezioni

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Umberto Bossi mediterebbe il ritiro dalla politica. E' quanto giunge da indiscrezioni e dichiarazioni rilasciate da rappresentanti della Lega vicini al leader. E' l'ultimo risvolto della serie di accuse sempre più pesanti che sta coinvolgendo l'intera famiglia del fondatore della Lega Nord. Chi parla dice di un Umberto Bossi che in lacrime  avrebbe detto di star pensando a ritirarsi dalla scena politica. Come si sa la magistratura ha rilasciato accuse pesanti in cui si dice non solo che Bossi fosse al corrente dell'utilizzo poco legale dei soldi del partito, ma che i suoi due figli Riccardo e Renzo se ne servissero ampiamente per i propri interessi personali. Accuse che se dimostrate cancellerebbero il decennale impegno di Umberto Bossi, grande moralizzatore e accusatore proprio di chi in politica  ha fatto uso privato dei soldi pubblici. "In venticinque anni l'Umberto non è mai stato così giù. E' finito nell'angolo, ha intorno terra bruciata e, fuor di retorica, stavolta non so se e come riuscirà a reagire" dice un esponente della Lega. Raggiunto al telefono, Bossi avrebbe detto parole come queste: Basta, mi faccio da parte, andate avanti voi. Che i giorni di Umberto Bossi alla guida della Lega siano contati lo fanno pensare le parole di Matteo Salvini che ieri ha commentato che se Bossi ha saputo portarci fino a qua, la Lega può andare avanti a prescindere dai nomi. Come dire: andremo avant senza di lui. Di fatto, dopo gli ultimi avvisi di garanzia, Umberto Bossi non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale, come invece aveva fatto le altre volte quando era finito per accusare la magistratura di attacchi politici alla Lega. Intanto a fine giugno si terrà il congresso riformatore della Lega in cui appare scontata la nomina di segretario di Maroni. Secondo gli accordi presi all'interno del partito, Bossi sarebbe dovuto diventare presidente onorario, ma lo stesso Maroni ha fatto sapere nelle ultime ore che chiunque è libero di candidarsi. E' da vedere se nelel prosime ore Umberto Bossi come già fatto in pasato avrà un colpo di coda e tornerà ad alzare la testa rilasicando dichiarazioni ufficiali.


  PAG. SUCC. >