BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDAGGIO SWG/ Movimento Cinque Stelle al 14%, terzo partito nazionale

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Un sondaggio a cura di SWG Trieste fotografa l'attuale quadro politico, almeno secondo gli italiani contattati per questo sondaggio. Il dato più eclatante è senz'altro i nuovo aumento di consensi di cui godrebbe il Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo, ormai lanciato verso il 14% delle preferenze nel quadro politico tanto da diventare il terzo partito nazionale dopo Pd e Pdl. Un risultato che porterebbe i grillini in caso di elezioni nazionali oggi dritti in parlamento. In discesa invece i due maggiori partiti che rimangono comunque in testa ai sondaggi. Il Pdl perderebbe un 2% arrivando a quota 18% dei consensi mentre il Pd perderebbe quasi l'1% attestandosi al 24%. Sarebbe in ripresa la Lega Nord con un guadagno dell'1% che la porrebbe al 6,2%, più o meno lo stesso risultato che raggiungerebbero Idv e Udc anche loro con guadagni minimi intorno all'1%. Guadagna qualcosa anche Futuro e libertà che si avvicina al 5% delle preferenze.  In perdita invece Sinistra ecologia e libertà che scende sotto al 6, attestandosi al 5,6% delle preferenze. E' alta e molto invece l'area di coloro che dicono di non voler andare a votare, il 43,7% degli italiani, costituita da u 22,6% di indecisi e un 21,1% di astenuti. Il sondaggio si è occupato anche del consenso al governo Monti che seppure in discesa di altri tre punti percentuali rimane comunque piuttosto alto, al 35%. Tenendo conto che al momento del suo insediamento il governo Monti godeva di un eccezionale 71% dei consensi. Il sondaggio ha chiesto agli italiani il loro parere anche su Equitalia: scarsa la fiducia nei confronti dell'ente, otto italiani su dieci non hanno alcuna fiducia in Equitalia, il 17% ha abbastanza fiducia e solo il 2% ha fiducia completa. Quindi il 19% degli italiani si fida di Equitalia, il 33% invece ha poca fiducia mentre il 48% non ha fiducia alcuna in Equitalia. Alla domanda "cosa dovrebbero fare le amministrazioni locali nei confronti di Equitalia", il 67% dei cittadini ha risposto lasciare Equitalia, il 14% continuare con Equitalia, mentre non sa esprimersi il restante 19%.


  PAG. SUCC. >