BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 2. Lo "scherzo" di Berlusconi ci regala la Costituente?

Pubblicazione:lunedì 28 maggio 2012

Immagine d'archivio (Infophoto) Immagine d'archivio (Infophoto)

Nel frattempo la navigazione parlamentare dell’Udc non sembra particolarmente determinata, come confermano le contorsioni sulla legge anti-corruzione che ha visto spaccata la strana maggioranza divenatata BBC, con la prima B prende il posto della A di Alfano, per il plateale rientro in gioco del Cavaliere.

Ma con l’attuale delegittimazione che vivono tutti i partiti l’unica proposta, destinata a prendere corpo, è quella di dar vita, in parallelo all’elezione del nuovo Parlamento, fra un anno, a un’assemblea Costituente su base rigidamente proporzionale, per fotografare la vera rappresentanza dei partiti, come ai tempi del Dopoguerra. A ben vedere sarebbe l’unica vera idea ambiziosa, per ridisegnare la nostra Costituzione, al riparo dal tira e molla parlamentare e delle alchimie delle leggi elettorali in vigore o prossime venture.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
28/05/2012 - un movimento di popolo per la Costituente (Collina Andrea)

La Costituente è l'unica soluzione vera per dare il segno della svolta al popolo che si intende veramente rifondare il Paese. le sue istituzioni democratiche e l'intera classe politica. Una soluzione breve e semplice. Nel '46, in mezzo alle macerie della guerra bastò un mese per redigere la elgge che istituiva e dava poteri all'Assemblea Costituente. Una piccola e breve legge, che affidi il potere legislativo all?Assemblea Costituente e che permetta di nominare un Capo di Stato Provvisorio. E che permetta anche di dare la fiducia ad un Governo... paradossalmente anche guidato dall'attuale PResidente dl Consiglio, che assicuri stabilità. L'unica possibilità per la politica. Iniziamo una campagna per l'Assemblea Costituente... Come diceva qualche mese fa il Sole 24ore (in altro contesto...) FATE PRESTO!

 
28/05/2012 - Voliamo basso. (Giuseppe Crippa)

Trovo apprezzabile l’analisi di Picariello che sottolinea l’improponibilità delle proposte del PdL, partito (e leader) in vena di “pie illusioni”. Ma anche l’idea di una Costituente non mi sembra di facile attuazione, soprattutto perché con l’attuale tasso di disaffezione elettorale il 40% dei seggi dovrebbe rimanere vuoto… Accontentiamoci di una nuova legge elettorale – su base proporzionale e senza ipocriti doppi turni per premiare le due forze relativamente più forti ma in assoluto deboli quasi quanto tutte le altre - e portiamo almeno in Parlamento gente che si sia sudata la preferenza.