BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ Buttafuoco: la mia "destra" nel dopo Fini-Berlusconi

Pietrangelo Buttafuoco (Infophoto) Pietrangelo Buttafuoco (Infophoto)

Se si riferisce a Fini la sua è una storia a sé, non c’entra niente con questo percorso. Anche quando venne eletto segretario, venne catapultato per via oligarchica. Una scelta che non venne mai digerita e che oggi mi permette di dire, sine ira, che non lo rimpiangerà nessuno. E comunque, non sarà questo l’ostacolo, per intenderci. 

E quale sarà allora?


Il fatto che l’Italia non ha una sovranità politica. Un’azione politica come questa metterebbe in discussione gli equilibri dell’attuale status quo. Non credo che ci lasceranno alzare la testa in termini di unità nazionale.
Non confondiamo comunque questo mondo con ciò che vediamo all’estero. Le specificità di cui parlavamo all’inizio rendono questo fenomeno imparagonabile con il Front Nationale della Le Pen. Questa comunità non sposerà mai le stupidaggini della xenofobia o le scorciatoie della demagogia e del populismo.  

Ma un nuovo soggetto secondo lei nascerà da una piattaforma già esistente? 

Inutile fare delle ipotesi, in politica le cose accadono seguendo il loro corso. Prendiamo l’esempio di Flavio Tosi a Verona. Pur avendo contro la Lega e il Pdl si è sviluppata un’aggregazione spontanea che ha portato al successo il giovane leghista. 
Visto comunque che si parla di futuro, le facce che vediamo attualmente in quella parte politica che tutti chiamano “destra” non vanno considerate.

Nessuna? Nemmeno quella di Gasparri di cui parlava prima?

Nessuna. Al massimo qualche personaggio stravagante come Nello Musumeci, cacciato dal Pdl perché prendeva più voti di Fini. 

Dovrà comunque emergere un leader oppure no? 

Me la cavo con la dottrina. Carl Schmitt diceva che in una situazione di crisi serve un “decisore”. E dato che questa classe politica dovrebbe averlo letto, farebbe bene a trovarlo.

(Carlo Melato)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
12/06/2012 - l'autore auspica anche per me (francesco taddei)

concordo con Pietrangelo. spero che questa nuova area guardi all'esempio dato dalle esperienze che hanno reso possibile questo sito e ai nuovi che indica l'intervistato